Homepage - Scrivi a Don Cassano - Scrivi alla Parrocchia di San Valerio

19 Gennaio 2021

OCCIMIANO – (gpc) E’ ancora in crescita il numero dei positivi al covid 19 in paese, come pubblicato nella pagina facebook del Comune. Le persone contagiate sono salite a 16. Si tratta di persone che appartengono in genere a nuclei familiari che non hanno al momento sintomi gravi e stanno osservano l’isolamento e la quarantena previsti. L’ulteriore aumento dei casi è da ricondursi ai nuclei familiari già colpiti.
Tutto ciò riporta l’assoluta necessità di attenersi scrupolosamente alle regole del distanziamento sociale e dell’obbligo di indossare la mascherina. Un’ulteriore precisazione riguarda l’attenzione che viene rivolta all’organizzazione dei servizi scolastici, in particolare al trasporto degli alunni sugli scuolabus. Quotidianamente avviene la sanificazione e l’igienizzazione dei mezzi e sarà messa a disposizione anche il gel disinfettante per autisti e ragazzi.

LA BELLEZZA NELLA PAROLA a cura di gpc

19 Gennaio 2021

“Gesù disse loro: «Venite dietro a me, vi farò diventare pescatori di uomini». (Mc.1,17)
La chiamata dei primi discepoli è raffigura in una delle opere più note di uno dei grandi artisti del trecento Italiano. Parlo di Duccio di Buoninsegna (o Boninsegna), che realizzò il dipinto a tempera e oro su tavola (43,5×46 cm) che ritrae la Vocazione di Pietro e Andrea. Duccio (scrive di lui Giorgio Vasari) “attese alla imitazione della maniera vecchia, e con giudizio sanissimo diede oneste forme alle sue figure le quali espresse eccellentissimamente nelle difficultà di tale arte.” Il quadro (databile al 1308-1311 circa) faceva parte della predella con Storie della vita pubblica di Cristo sul retro della Maestà del Duomo di Siena, destinata alla visione del clero, collocata sull’altare maggiore del Duomo di Siena con una solenne processione, ma da cui venne rimossa nel 1506, per il mutato gusto in fatto di arte sacra, ed ora conservato nella National Gallery of Art di Washington.
Com’è tipico dell’arte medioevale, le figure non sono presentate in dimensioni reali, ma in funzione del loro ruolo; manca l’indagine del reale aspetto degli oggetti rappresentati, che evocano in maniera quasi simbolica ciò che rappresentano, legandosi alla tradizione. Così nella piccola tavola Gesù sulla sinistra, è di proporzioni molto più grandi rispetto a quello dei due discepoli. Il Maestro è evidenziato da una rupe di sfondo, scheggiata, tipica degli autori gotici, ed appiattita sul fondo oro. Con un gesto della mano chiama a sé i fratelli pescatori Simon Pietro e Andrea, su una piccola barca, dalla prua arricciata, che sembra senza peso nel mare di Tiberiade, mentre tirano su una rete piena di pesci; altri pesci e animali marini si vedono nuotare nell’acqua e che sembrano galleggiare ritmicamente. Duccio cura i soggetti con delicati accordi cromatici e con un’attenzione notevole alle dolcezze della sfumatura. Il ritratto dei due fratelli (con i colori delle vesti che, seppure più sfumati, richiamano quelli di Gesù, dove il blu ed il rosso indicano la sua divinità ed umanità regale) è particolarmente intenso, nell’espressione fortemente caratterizzata e negli atteggiamenti delle pose, dell’orientamento: Pietro sembra rispondere con prontezza alla chiamata, mentre Andrea sembra accorgersi a stento, preso dal lavoro di trascinare a bordo la rete piena di pesci.
Chiediamoci allora: come mi pongo in ascolto di Dio che continua a chiamarmi a seguirlo? Sono attento a cogliere e coltivare qui germi di vocazioni che il Signore pone accanto a noi, nella comunità cristiana, nei nostri giovani ? Prego per le vocazioni (specialmente per quelle al ministero ordinato e alla vita consacrata), perché la chiamata del Signore trovi ascolto ?

duccio_di_buoninsegna_vocazione-pietro-e-andrea.jpg

Avvisi della Parrocchia S. Valerio Occimiano

12 Gennaio 2021

PARROCCHIA S. VALERIO
OCCIMIANO
********
DOMENICA 10 gennaio 2021

* S. Messe nella settimana:
• Lunedì 11 gennaio: 18,00 (Liturgia della Parola)
• Martedì 12 gennaio: ore 18,00
• Mercoledì 13 gennaio: ore 15,30 (esequie def. Giuseppe Valdica)
• Giovedì 14 gennaio: ore 18,00
• Venerdì 15 gennaio: ore 18,00

* Preghiera per l’unità dei cristiani
• 18-25 gennaio: Ottavario di preghiera per l’unità dei cristiani

* San Valerio 2021
• Triduo di preparazione: 19 (ore 18,00), 20 (ore 18,00) e 21 gennaio
• Giovedì 21 gennaio: - ore 17,30: Primi vespri
- ore 18,00: S.Messa
• Venerdì 22 gennaio: - S. Messa solenne: ore 18,00
- Quadri di San Valerio
- Consegna spiga d’argento
- Offerta germi di grano
- Presenza dei Cavalieri dell’Ordine S.S. Maurizio e Lazzaro

* Calendari Fanfarini:
• per augurio di Buon Natale nel Signore Gesù che nasce per noi !

* Campagna Abbonamenti La Vita Casalese
• Abbonamento annuo: € 55,00
• Sosteniamo il giornale dalla nostra diocesi, il nostro giornale !

* Devozione delle “tre Ave Maria”
• In questa settimana offriamo la 3° Ave Maria “per compiere con fiducia le azioni ordinarie della vita.”

LA BELLEZZA NELLA PAROLA a cura di gpc

12 Gennaio 2021

“Egli incontrò per primo suo fratello Simone e gli disse: «Abbiamo trovato il Messia» - che si traduce Cristo - e lo condusse da Gesù.” (Gv. 1,41-42).
La chiamata dei primi discepoli, in particolare di Andrea e Simone (che Gesù chiamerà poi Pietro), si ritrova nel contesto di quel capolavoro d’arte che è la Cappella Sistina in Vaticano. Qui troviamo il grandioso affresco che Domenico Ghirlandaio (con aiuti) realizzò tar il 1481 e il 1482 e che fa parte della decorazione del registro mediano.
La scena presenta innanzitutto un primo piano in cui è centrale la figura di Cristo (nel consueto abito blu e rosso, ad indicare le due nature), sullo sfondo di un lago in un’ampia vallata montuosa. Di palestinese c’è certamente poco, ma è chiara l’attualizzazione dell’artista (si riconosce, tra l’altro, a destra, Firenze, con il Battistero e Palazzo vecchio). Accanto (a destra di chi guarda) ci sono i due discepoli, ritratti con una folta barba ed anziani (il riferimento è simbolico), pur essendo due giovani. Pietro e Andrea sono rivestiti dei mantelli con i colori che sono loro attributo tipico (giallo o arancione per Pietro, verde per Andrea) e sono inginocchiati davanti al Cristo che, solenne, li benedice. In secondo piano il Ghirlandaio racconta la chiamata in due momenti: il primo sulla sinistra con Andrea e Simone intenti a rassettare le reti, l’altro sulla destra con Giacomo, Giovanni ed il padre Zebedeo L’elemento più originale dell’opera è la moltitudine di spettatori, contemporanei di Ghirlandaio come dimostrano gli abiti, che assistono alla scena, come in una sorta di grande platea ai lati della scena sacra. Numerosi e penetranti sono i ritratti, raffigurando tutta la comunità fiorentina presente a Roma, nella zona intorno a S.Maria sopra Minerva.
Negli apostoli chiamati possiamo rileggere la nostra storia, la nostra vocazione. Anche noi possiamo chiedere: Maestro dove abiti? Ciò entrare nell’amicizia con Lui e seguendoli, comprendere il senso della nostra vita e la piena realizzazione perché solo Lui ha parole di vita eterna (cfr. Gv.6,68)
“Non ha importanza la forma della chiamata. È una cosa tra Dio e me. Ciò che è importante è che Dio chiama ciascuno in modo differente. Noi non abbiamo alcun merito. L’importante è rispondere con gioia alla chiamata.” (Madre Teresa di Calcutta).

ghirlandaio_domenico_-chiamata-degli-apostoli_-_1481.jpg

12 Gennaio 2021

OCCIMIANO – (gpc) Cresce il numero dei positivi al covid 19 in paese, come pubblicato nella pagina facebook del comune. Si tratta di persone che appartengono in genere a nuclei familiari che non hanno al momento sintomi gravi e stanno osservano l’isolamento e la quarantena previsti.
Tutto ciò riporta l’assoluta necessità di attenersi scrupolosamente alle regole del distanziamento sociale e dell’obbligo di indossare la mascherina.

Festa patronale di san Valerio

12 Gennaio 2021

OCCIMIANO - (gpc) Fervono i preparativi, con le opportune precauzioni anti covid, per la festa patronale di san Valerio, Patrono della comunità cristiana, che si celebrerà venerdì 22 gennaio. La festa inizierà già nella vigilia (giovedì 21 gennaio), con la seguente celebrazione solenne dei Primi Vespri e della S.Messa in Chiesa parrocchiale; non ci sarà invece la consueta Processione.
La festa che corrisponde anche al ventesimo anniversario di parrocchia del sottoscritto, sarà venerdì 22 con la S. Messa solenne, alle ore 18,00, animata dal Coro Parrocchiale (diretto dalla prof.sa Anna Maria Figazzolo) con la partecipazione delle autorità e dei Cavalieri dell’Ordine dei S.S. Maurizio e Lazzaro. Ci sarà anche la consegna, per il diciottesimo anno consecutivo della “spiga d’argento” che la Parrocchia intende assegnare (il nome sarà conosciuto in questa occasione) ogni anno per mettere in evidenza la disponibilità al servizio ecclesiale e alla testimonianza del Vangelo.
Saranno esposte anche le nuove opere (nell’ambito dell’iniziativa proposta dalla Parrocchia che invita gli artisti ad esprimersi su S. Valerio). Anche quest’anno poi sarà poi l’offerta dei germi di grano (che hanno ricevuto il giorno dell’Epifania) da parte dei bambini. Causa l’emergenza sanitaria, per quest’anno viene sospesa la bella consuetudine delle spighe di San Valerio (piccoli panetti a forma di spiga di grano).

san_valerio_2020-8.jpg
san_valerio_2020-14.jpg

“Volontari per la costruzione di un rapporto di equilibrio tra uomo e ambiente”

12 Gennaio 2021

OCCIMIANO (gpc) – Anche presso il Comune viene attivato un progetto di servizio civile volontario. Il progetto “Volontari per la costruzione di un rapporto di equilibrio tra uomo e ambiente” vede come referente l’assessore Emanuela Aceto ed è rivolto ad un/a giovane tra i 18 e i 29 anni. Prevede un contratto di un anno con contributo mensile, attestato di partecipazione e delle competenze acquisite. Il termine per candidarsi è fissato all’8 febbraio. Per partecipare al bando occorre fare domanda on line sui siti www.serviziocivile.gov.it oppure www.scanci.it. Nello specifico, l’intervento si concretizza nella manutenzione e riqualificazione dell’ambiente (aree verdi, parchi, giardini, piazze, isole ecologiche…), l’affiancamento alle attività di ufficio in materia, oltre che nella tutela degli spazi verdi per i più piccoli e nella collaborazione con le scuole per sensibilizzare bambini e ragazzi sull’importanza della tutela e salvaguardia del territorio. E’ previsto anche un monitoraggio sul corretto conferimento dei rifiuti con particolare attenzione agli anziani e alle persone in difficoltà. Informazioni più dettagliate si trovano sul sito internet istituzionale del Comune di Occimiano (www.comune.occimiano.al.it), oppure telefonando negli orari di apertura al pubblico allo 0142.809131.

TELECOMANDO a cura di Gian Paolo Cassano

12 Gennaio 2021

“PAPPANO E BOLLANI PER MOZART” (Rai 5, giovedì 21 gennaio, ore 21,15). L’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, diretta dal Maestro Antonio Pappano, ci porta in un suggestivo viaggio nel tempo con le musiche di Gabrieli, Vivaldi, Stravinskij e il Concerto per pianoforte e orchestra di Mozart n. 23 K 488 che vede protagonista Stefano Bollani.
“PENSA IN GRANDE” (Rete 4, sabato, ore 15,30) è il programma che racconta attraverso una narrazione coinvolgente e positiva, la storia di grandi imprenditori italiani. Storie raccontate in prima persona da chi ha saputo innovare e investire contribuendo così all’affermazione del brand Made in Italy anche oltre i confini nazionali. L’Italia che funziona, vista attraverso le sue eccellenze e i suoi grandi personaggi con dei veri e propri docufilm in cui il protagonista è sì al centro della struttura narrativa ma è anche contornato da chi vive questa esperienza con lui come famigliari, amici, collaboratori e dipendenti storici. Lo scorso anno il programma ha vinto il Premio Tv Moige, nell’ambito della XIII edizione della Guida critica ai programmi televisivi family friendly.
“UN SACCHETTO DI BIGLIE (Rai uno, martedì 19 gennaio, ore 21,15): è il bel film in prima visione tv, del regista francese Christian Duguay, adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo autobiografico di Joseph Joffo uscito in tutto il mondo nel 1973. Un sacchetto di biglie racconta la difficile infanzia di Joseph Joffo, scomparso nel 2018 a causa di una lunga malattia. Un’ infanzia travagliata vissuta durante la Seconda Guerra Mondiale. Joseph e il fratello Maurice sono due ragazzini ebrei quando scoppia il conflitto in tutta Europa. I due, nonostante la giovane età si trovano costretti a spostarsi da soli verso il sud della Francia. Con coraggio, intelligenza e ingegno cercare di sfuggire agli occupanti nazisti nel tentativo di sopravvivere all’Olocausto e di riunirsi alla propria famiglia …..

Avvisi della Parrocchia S. Valerio Occimiano

31 Dicembre 2020

PARROCCHIA S. VALERIO
OCCIMIANO
********
DOMENICA 27 dicembre 2020

* S. Messe in settimana
• Lunedì 28 dicembre: ore 18,00
• Martedì 29 dicembre: ore 18,00
• Mercoledì 30 dicembre: ore 15,00 (esequie def. Anna Barbano Andreone)
• Giovedì 31 dicembre: ore 16,30
• Venerdì 1 gennaio: ore 10,00
• Sabato 2 gennaio: ore 16,30

* Lunedì 28 dicembre:
• Vespri (ore 17,45)

* Padre Bonaventura: per il 313° anniversario nascita (4 gennaio 1708)
• Lunedì 4 gennaio: S. Messa (ore 18,00) preceduta dai Vespri (ore 17,45)
• Casale, Pontificale Dedicazione Cattedrale (ore 17,30)

* Preghiera per la Pace (giovedì 31 dicembre):
• ore 17,15 -18,45: in Chiesa Parrocchiale

* Calendari Fanfarini:
• per un augurio di Buon Natale nel Signore Gesù che nasce per noi !

* Devozione delle “tre Ave Maria”
• In questa settimana offriamo la 3° Ave Maria “per tutte le famiglie del mondo, affidandole alla protezione della Santa Famiglia di Nazareth”.

LA BELLEZZA NELLA PAROLA a cura di gpc

31 Dicembre 2020

“Maria, da parte sua, custodiva tutte queste cose meditandole nel suo cuore“ (Lc. 2,19). Iniziando un nuovo anno la Liturgia ci invita a guardare a Colei che con il suo sì, ha reso possibile che il Verbo si facesse carne e venisse ad abitare in mezzo a noi (cfr. Gv.1,14). Maria è Colei ha custodito nel suo cuore la Parola che in Lei ha scelto di entrare nel nostro mondo.
Colpisce per la sua delicatezza la tavola che Sandro Botticelli realizzò nel 1467 e che ora è conservata al Musée du Petit Palais ad Avignone. Gesù e Maria sono sotto una piccola loggia, rappresentati voltati di tre quarti verso sinistra, mentre Maria tiene il piccolo Gesù su un ginocchio. Emerge tutta la delicatezza della Madre che con la mano destra accarezza il bambino, mentre con l’altra si appresta ad allattarlo. In questa composizione (dove si nota l’influenza di Donatello e Filippi Lippi per la composizione e le forme e del Pollaiolo per l’uso dei colori) si allude al tema della Madonna del latte, richiamandosi al mistero dell’Incarnazione ed al ruolo di Maria Mediatrice.
Il paesaggio che si intravede dietro la piccola loggia è roccioso e ripido, con un albero presente proprio sul limite della montagna. L’uso dell’azzurro ottenuto con i lapislazzuli, particolarmente pregiato, nel manto di cui è rivestita la Vergine, allude alla divinità del Figlio di Dio di cui è Madre, che è invece è rivestito con un panno bianco pure segno della divinità). Entrambi sono segnati dal nimbo, mentre la capigliatura di Maria è particolarmente curata, secondo il gusto rinascimentale. I due voi si si incrociano con uno sguardo malinconico e pensieroso (come Botticelli fece nella Madonna dell’Eucaristia).
All’inizio di quest’anno affidiamo alla Madonna i nostri propositi di pace e, come il Papa ci indica nel suo Messaggio per la giornata mondiale della pace, impegniamoci per una “cultura della cura per debellare la cultura dell’indifferenza, dello scarto e dello scontro, oggi spesso prevalente.”
“Vergine benedetta,/che ’l pianto d’Eva in allegrezza torni./Fammi, ché puoi, de la Sua gratia degno,/ senza fine o beata,/già coronata nel superno regno.” (Petrarca, Canzoniere, Preghiera alla Vergine).

botticellimadonnaconbambinoavignone.jpg