Homepage - Scrivi a Don Cassano - Scrivi alla Parrocchia di San Valerio

Archivio di Settembre 2021

Avvisi della Parrocchia S. Valerio Occimiano

Giovedì 30 Settembre 2021

PARROCCHIA S. VALERIO
OCCIMIANO
********
DOMENICA 26 settembre 2021

* S. Messe nella settimana: (Chiesa Madonna del Rosario)
• Lunedì 27 settembre: ore 18,00
• Martedì 28 settembre: ore 18,00
• Mercoledì 29 settembre: ore 18,00
• Giovedì 30 settembre: ore 18,00
• Venerdì 1 ottobre: ore 18,00 (1° venerdì del mese)

* Vespri
• Lunedì 27 settembre (ore 17,45) - segue: S. Messa

* Domenica 3 ottobre:
• S. Messa: ore 10
• Cresima: ore 17

* Settembre: Tempo per la custodia del creato
• Tutto settembre dedicato all’impegno per la custodia del creato

* Giovedì 7 ottobre:
• ore 18,00: S. Messa
• ore 20,30: Rosario e preghiera mariana (piazza Oratorio don Bosco)

* Venerdì 8 ottobre:
• Gita Pellegrinaggio al Santuario della Madonna di Cussanio
(partenza ore 13,45)

* Devozione delle “tre Ave Maria”
In questa settimana offriamo la 3° Ave Maria “per i migranti d i rifugiati”

LA BELLEZZA NELLA PAROLA a cura di gpc

Giovedì 30 Settembre 2021

“Ma all’inizio della creazione Dio li creò maschio e femmina. (…) Sicché non sono più due, ma una sola carne. L’uomo dunque non separi ciò che Dio ha congiunto». (Mc. 10, 6.8-9)
Il Vangelo in questa domenica ci parla della grandezza, bellezza del Matrimonio e della sua indissolubilità nel piano della Creazione. Un dono divino che traduce qualcosa dell’insondabile profondità del dare, dell’amare, del consumarsi nell’altro che viene da Dio.
Per questo, a commento (nell’anno dedicato a San Giuseppe), mi fermo su un capolavoro di Raffaello (ispirato ad un’analoga opera del Perugino) che è lo sposalizio della Vergine Maria con Giuseppe, conservato a Milano, nella Pinacoteca di Brera. E’ datato (1504) e firmato (Raphael Urbinas) sul frontone del Tempio ed è una delle opere più celebri dell’artista, che chiude il periodo giovanile e segna l’inizio della fase della maturità artistica.
Maria e Giuseppe sono in primo piano, con al centro un sacerdote che, tenendo le mani di entrambi, celebra il Matrimonio. Come da iconografia tradizionale, dal lato di Maria si trova un gruppo di donne, da quello di Giuseppe di uomini, tra cui uno, presente in tutte le versioni del soggetto, che spezza con la gamba il bastone che, non avendo fiorito, ha determinato la selezione dei pretendenti. Il riferimento è all’apocrifo Protovangelo di Giacomo (8,3-9,1) che spiega la scelta dello sposo di Maria. Ogni pretendente aveva avuto un ramo; quello che fosse fiorito sarebbe stato lo sposo prescelto. Fiorì il bastone di Giuseppe, che così è raffigurato. C’è un’idea di bellezza e di simmetria e tutto richiama la perfezione; l’ambiente è armonico, il cielo è terso e limpido, il tempio è impostato secondo i canoni della classicità, con le caratteristiche proprie dell’ideale rinascimentale.
“Così l’uomo nel primo incontro beatificante ritrova la donna, ed essa ritrova lui. (…) Quell’amore appunto nel quale l’uomo-persona diventa dono e – mediante questo dono – attua il senso stesso del suo essere ed esistere” (Giovanni Paolo II, Allocuzione, Oss. Rom., 17 gen. 1980).

raffaello_-_spozalizio_della-vergine.jpg

Arti Terapie Espressive

Giovedì 30 Settembre 2021

OCCIMIANO (gpc) - Proseguono con successo presso il Punto Informativo di piazza Oratorio don Bosco, gli incontri del giovedì, dedicati alle Arti Terapie Espressive: il 30 settembre, alle 20,30, l’appuntamento ha per tema “Una nuova canzone per me”. L’esperta Marzia Righetti aiuta a meglio comprendere il senso della serata partendo “da un testo conosciuto ed importante per ciascuno”, lasciandosi sorprendere dalle parole “nascoste” in esso contenute che, in modo nuovo, dialogano tra loro ed accogliendo “le espressioni ed i significati, esplorandoli in differenti modalità artistiche”. Il progetto, finanziato da Ministero del Lavoro e Politiche Sociali, si avvale della collaborazione di Regione Piemonte e Comune di Occimiano e sono già in calendario altri eventi a ottobre (info sul sito internet). La partecipazione è gratuita, anche senza competenze tecniche, ed è richiesta l’iscrizione contattando il numero 347-1258172 oppure inviando una mail a marzia_righetti@yahoo.it. Le Arti Terapie Espressive si basano su un approccio esperienziale intermodale di differenti mediatori artistici per favorire l’espressione vitale e creativa di ogni persona: il relativo processo creativo diventa strumento di cura, benessere e trasformazione.

un-momento-dellesplorazione-sensoriale-di-un-oggetto-mediatore-dello-scorso-incontro.JPG

Borse di studio Fondazione “Ernesto e Carla Rota”

Giovedì 30 Settembre 2021

OCCIMIANO – (gpc) Il concerto della Banda domenica 26 settembre è stata anche l’occasione per l’assegnazione delle Borse di studio messe a disposizione dalla Fondazione “Ernesto e Carla Rota”, come deciso dalla Commissione ad hoc (composta dal sindaco Valeria Olivieri, i consiglieri Emanuela Aceto, Giuditta Garavello e Gabriele Cia, Valeria Amisano, Giuseppe Anarratone, Paola Debernardis, Marta Marchisio, Cristian Degiovanni).
L’assessore Emanuela Aceto, che ha condotto la presentazione, ha coinvolti i ragazzi nel manifestare i loro progetti per il futuro. Sono stati premiati gli studenti più meritevole ed assegnati alcuni premi speciali. Ben sei borse di studio sono state assegnate per il diploma conseguito presso la Scuola Media Secondaria di 1° grado (licenza media) a Gabriele Cattana, Luca Cotoia, Vittorio Domenighini, Jacopo Perinciolo, Niccolò Favretto e Simone Poggio.
Una borsa di studio è stata assegnata per la maturità conseguita al termine della Scuola Media Secondaria di 2° grado ad Alessia Giannavola. Sono state poi premiate le neo laureata triennali Cecilia Bolognini e Clarissa Delodi. Per la laurea magistrale è stata premiata Alessia Delodi.
E’ stata inoltre assegnata una Borsa di studio a sostegno del Corpo Musicale banda “La Filarmonica” e consegnata al presidente Valeria Amisano, per la preziosa attività di avvicinamento alla musica rivolta in particolare ai giovani.
E’ stato poi premiato con la consegna di una pergamena (e di una maglietta) Manuel Cantamessa, studente dell’Istituto Superiore Leardi (classe 3° Grafica e Comunicazioni), che è stato segnalato per l’eccellenza dei risultati ottenuti e per l’impegno.
Inoltre è stata consegnata una pergamena alla Dott.ssa Francesca Bianco e alla Dott.ssa Marisa Degiovanni, della “Farmacia Pugno”, per il sostegno offerto agli occimianesi durante il difficile periodo pandemico.

premiati.jpg

Banda musicale “La Filarmonica”

Giovedì 30 Settembre 2021

OCCIMIANO – (gpc) Si è tenuto in Chiesa parrocchiale (causa la pioggia), all’insegna della buona musica, suggellata dal riconoscimento del pubblico presente evidenziato da lunghi applausi, il bel concerto che domenica scorsa 26 settembre la benemerita Banda musicale “La Filarmonica” offre annualmente ai suoi concittadini, la cui fama e bravura supera i confini del Monferrato.
Il Corpo musicale, diretto con abilità dal m.o Mauro Massaro, è stato come sempre presentato con bravura da Claudia Sillano. Erano presenti il Sindaco Valeria Olivieri, le autorità comunali, il presidente della Fondazione Rota Piero Bosso, il presidente della Banda Valeria Amisano (nonché componente del Corpo musicale).
I brani eseguiti hanno messo in evidenza la bravura del Corpo musicale che ha proposto alcuni brani del proprio repertorio, con una capacità orchestrale di grande livello. Sono risuonate musiche legate al mondo ebraico orientale (klezmer music), ad altre che hanno messo in rilievo la bravura dei sassofonisti o dei bassisti, senza dimenticare i contributi legati alla musica contemporanea e assi noti.

concerto-banda.jpg

Giovedì 30 Settembre 2021

OCCIMIANO – (gpc) Domenica prossima 3 ottobre, alle 11.30, si celebrerà la Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione Un primo appuntamento sarà con la partecipazione alla S.Messa in Chiesa parrocchiale con un ricordo particolare delle vittime dell’immigrazione. Ci sarà poi la cerimonia ufficiale presso il Parco Giochi G. Rodari dove verrà messa a dimora una pianta in occasione. Seguirà la presentazione del libro “Le Avventure di Fiori” della scrittrice italo-albanese Amazona Hajdaraj.
L’iniziativa è promossa dalla Cooperativa Crescere Insieme scs onlus, ente gestore del Progetto di Accoglienza SAI, in collaborazione con il Comune di Occimiano, il Consiglio Comunale dei bambini e dei Ragazzi di Occimiano e l’associazione Eforum. Saranno presenti i ragazzi del Coniglio Comunale dei bambini e dei ragazzi (CCR). In particolare gli alunni della classe 5° della Scuola primaria (con la m.a Monica Scaglione) “Ten. Cavalli e Caduti per la Patria” (dell’Istituto comprensivo don Milani) proporranno alcune poesie ed altri bambini alcuni disegni realizzati sul tema dell’accoglienza. E’ un giorno per ricordare e per raccontare il bene prezioso delle vite con la costruzione di memoria e accoglienza.
Affidiamo alla pianta, alla forza verdeggiante, l’aspetto simbolico della vita che manifesta se stessa avendo fiducia nell’uomo e affidiamo alla sensibilità delle nostre comunità e all’impegno quotidiano di ognuno di noi, l’aspirazione a costruire società capaci di trovare nella cura reciproca il vero senso dell’esserci.

la-scrittrice-durante-una-presentazione.jpg

Giovedì 30 Settembre 2021

OCCIMIANO – (gpc) Domenica prossima, alle ore 17,00 Il Vescovo verrà per amministrare il sacramento della Confermazione a 19 ragazzi della Parrocchia. Sarà un momento di festa per l’accoglienza del Pastore che coinvolge tutta la Comunità cristiana.
Al termine mons. Sacchi sarà ricevuto per un saluto da parte del Sindaco e delle autorità comune presso il Punto informatico comunale di piazza Oratorio don Bosco. Giovedì 7 ottobre, poi, si rinnova la festa della Madonna del rosario, a cui è dedicata in paese una Chiesa molto cara alla devozione degli occimianesi. Per l’occasione sarà celebrata la S. Messa alle ore 18,00 nella bella Chiesa dedicata a Maria S.S. e alle 20,30, portando l’icona della Madonna ci sarà la preghiera con la recita del rosario e la Supplica alla Madonna del rosario di Pompei nella piazza Oratorio don Bosco, assicurando il distanziamento ed il rispetto delle norme anti-covid.
Venerdì 8 ottobre, poi, sarà proposto il pellegrinaggio (nel pomeriggio) al Santuario della Madonna della Provvidenza di Cussanio (Fossano).

Giovedì 30 Settembre 2021

OCCIMIANO (gpc) - Nei nostri paesi l’invasione di piccioni con le relative conseguenze è un problema serio. Così, nei giorni scorsi, si è registrato un intervento delle guardie venatorie provinciali, per battute finalizzate alla diminuzione dei piccioni. “Le operazioni - spiega un comunicato postato anche su Facebook dall’Amministrazione Comunale - avvengono al di fuori del centro abitato, in aree nelle quali la concentrazione di questi volatili è particolarmente significativa”. La nota prosegue ringraziando il consigliere comunale Bekim Djelili per aver posizionato una rete (nella foto) allo scopo di limitarne lo stazionamento in una parte di abitazione privata prospiciente una via centrale del paese.

la-rete-posizionata-in-via-garibaldi-per-limitare-lo-stazionamento-di-piccioni.jpg

UN LIBRO PER TE a cura di Gian Paolo Cassano

Giovedì 30 Settembre 2021

IL LIBRO
ROBERTO ALLEGRO – VITTORIA AICARDI – CARLO AGUZZI, Per Bacco… che divin spartito !, 2021, Mortara, Musicorner, pp. 229 (€ 20)
Forse qualcuno potrà chiedersi cosa abbiano in comune la musica ed il vino. Questo libro assi curioso, ci aiuta a spiegarlo. Gli autori, da una parte illustri musicisti (come il m.o Allegro e la dott.sa Aicardi), dall’altra un noto sommelier (Carlo Aguzzi), ci aiutano a vedere come i punti di contatto siano numerosi nella storia. Il vino infatti ha ispirato moltissimi musicisti dai classici (Vivaldi, Donizetti, Bach, Beethoven, Rossini, Verdi…) fino ai cantautori moderni.
Il libro può definirsi “un’artistica storia eno-musicale dai Greci a Ligabue… Così dopo aver esplorato l’origine dei suoni, coglie il rapporto con l’enologia definendola “una sincretica forme d’arte” e raccogliendo in questo rapporto, una serie di massime e proverbi, di aneddoti e curiosità dei numerosi scrittori ed artisti che si sono ispirati al nettare di Bacco, nonché celebri modi di dire in cui musica e vino si intrecciano. Il libro è inoltre arricchito da una serie di poesie legate alla bevanda e da una bella bibliografia per approfondire il tema.
Roberto Allegro, pianista, clavicembalista, direttore d’orchestra, ha il suo attivo oltre 4000 concerta in Italia e nel mondo. Da alcuni anni con Vittoria Aicardi, è l’organizzatore ed animatore, con l’Orchestra da camera Vivaldi e l’Associazione intitolata al Prete rosso, delle Settimane vivaldiane. Vittoria Aiacardi, direttore di coro e studiosa nell’ambito musicale, è anche Direttore artistico della Cappella vocale Pavese. Carlo Aguzzi, sommelier pavese, insegnante ai corsi sul vino, ama definirsi “enostorico” in quanto predilige la storia del vino e le sue origini.
Il lettore così potrà trovare spunti per comprendere come si tratti di due mondi che parlano una lingua senza geografie, quella del gusto e del suono, che facilitano socializzazione e convivialità, stimolano la vita sociale e culturale.

LA CLASSIFICA (cfr. www.rebeccalibri.it)
1. F. OCCHETTA, Carlo Acutis. La vita oltre il confine, Torino, LDC, pp. 48 (€ 5) ▲
2. E. ARCIDIACONO, Asciugava lacrime con mitezza, Cinisello Balsamo (MI), San Paolo, pp. 144 (€ 14) ▲
3. BENEDETTO XVI, La vera Europa, Siena, Cantagalli, pp. 264 (€ 19) ❊
4. F. ROSINI, San Giuseppe. Accogliere, custodire, nutrire, Cinisello Balsamo (MI), San Paolo, pp. 160 (€ 14) ▼
5. L. M. EPICOCO, La pietra scartata, Cinisello Balsamo (MI), San Paolo, pp. 224 (€ 16) ▼

perbacco_che_divin_spartito.jpg

NESSUNO NE PARLA (O QUASI) news quasi sconosciute a cura di Gian Paolo Cassano

Giovedì 30 Settembre 2021

Si è svolto dal 16 al 19 settembre presso il Santuario di Castelpetroso, in Molise, su iniziativa dell’arcivescovo di Campobasso-Bojano, mons. Giancarlo Maria Bregantini il primo raduno di eremite e eremiti italiani (come riferisce Vatican news). Circa quaranta tra eremite e eremiti, provenienti da tutt’Italia, si sono ritrovati per mettere in comune le proprie esperienze, raccontare le motivazioni che li hanno portati a scegliere questa vocazione, spiegare perché e come vi hanno aderito e descrivere il luogo dove svolgono la loro ascesi e il loro servizio alla Chiesa. L’incontro nasceva, per volere della diocesi, come un piccolo “Cammino sinodale specifico”, proprio perché fratelli e sorelle eremitiche potessero dare il loro contributo, redigere le loro proposte, in vista del Sinodo della Chiesa universale del 2023. I lavori, scanditi da celebrazioni eucaristiche e Lectio bibliche, si sono chiusi domenica 19 settembre con un messaggio rivolto a tutti gli eremiti in Italia, come segno di incoraggiamento e vicinanza, e alle Chiese particolari italiane, perché si aprano a questa nuova feconda vocazione. “Il fenomeno dell’eremitismo – ha spiegato mons. Bregantini – interroga la Chiesa su come rispondere al bisogno di spiritualità che si registra oggi nel tessuto quotidiano dei nostri fedeli”.
Il significato del primo raduno degli eremiti italiani può essere condensato nell’antico motto: “l’eremita è lontano da tutti, per poi essere vicino a tutti. Sta da solo, perché nessuno resti solo”.