Homepage - Scrivi a Don Cassano - Scrivi alla Parrocchia di San Valerio

Archivio di Agosto 2013

Telecomando

Giovedì 1 Agosto 2013

TELECOMANDO
a cura di Gian Paolo Cassano

ECO TRIP (Rai 5, lunedì, ore 21,15). Un eco-viaggio alla scoperta dell’origine e dell’impatto ambientale di prodotti e oggetti di uso comune, per capire quale sia il “vero” costo del nostro modo di vivere. Condotto da David de Rothschild, noto eco-avventuriero, Ecotrip indaga su t-shirt, cellulari, tovagliolini di carta, ecc. e ne segue il ciclo di vita, dalla produzione agli scaffali dei negozi, rivelando, per ogni anello produttivo e distributivo, aspetti insospettabili di impatto ambientale, sociale e sulla salute. Attraverso l’attenzione a le consapevolezza “green”, la serie propone comportamenti più virtuosi sia nella sfera pubblica, sia in quella delle piccole azioni quotidiane alla portata di tutti.
ITALIAN PICKERS (lunedì ore 21 e, in replica, al sabato alle ore 18,30), in onda su Cielo (canale 26, gratuito del gruppo Sky) è la versione italiana dell’omonima serie americana di grande successo internazionale. La trasmissione, curiosa ed interessante, ci porta in giro per l’Italia alla ricerca di questi oggetti del passato, a volte veri e propri “tesori” nascosti in cantine e soffitte, in mostra nei mercatini vintage o dimenticati nei robivecchi di provincia. Giocattoli d’epoca, vecchie insegne pubblicitarie, orologi antichi, elettrodomestici e complementi d’arredo: ogni oggetto ha sicuramente un valore affettivo per chi lo ha posseduto ma soprattutto può avere ancora un valore economico per chi ha il fiuto di trovarlo, l’esperienza nel valutarlo, la bravura nel trattarne il prezzo e la competenza per risistemarlo nel modo giusto per poi rivenderlo.
Per gli appassionati delle grande musica il sito di Rai radio tre (www.radiotre.rai.it) per la prima volta nella storia del web propone tutte le opere di Giuseppe Verdi in streaming audio.
Gian Paolo Cassano

La Parola di Papa Francesco

Giovedì 1 Agosto 2013

Appuntamento a Cracovia nel 2016. Sarà questa la sede della prossima Giornata mondiale della gioventù. Lo ha annunciato il Papa (che dal 23 al 28 luglio ha conquistato il cuore dei tanti presenti in Brasile) chiudendo domenica scorsa 28 luglio l’evento ecclesiale con l’Eucaristia celebrata a Copacabana, presenti 3 milioni di giovani provenienti da tutto il mondo, insieme a 1500 vescovi e 15.000 sacerdoti
A loro ha affidato un compito missionario, a non avere mai paura di essere generosi con Cristo, ad “uscire e andare con coraggio e generosità, perché ogni uomo e ogni donna possa incontrare il Signore”. Infatti “Gesù ci chiama ad essere discepolo in missione”. Per farlo ha indicato ai giovani tre parole: Andate, senza paura, per servire. “Andate… e fate discepoli tutti i popoli” per trasmettere ai loro coetanei l’esperienza della Gmg di Rio, per condividere e testimoniare l’esperienza di fede. “E’ un comando che non nasce però dalla volontà di dominio o di potere, ma dalla forza dell’amore”.
Bisogna “portare Cristo in ogni ambiente, fino alle periferie esistenziali, anche a chi sembra più lontano, più indifferente. Il Signore cerca tutti, vuole che tutti sentano il calore della sua misericordia e del suo amore”. Occorre evangelizzare i coetanei, “senza paura”, perché è Cristo che ci precede e ci guida.
E’ importante annunciare il Vangelo, perché “è portare la forza di Dio per sradicare e demolire il male e la violenza; per distruggere e abbattere le barriere dell’egoismo, dell’intolleranza e dell’odio; per edificare un mondo nuovo. Gesù Cristo conta su di voi! La Chiesa conta su di voi! Il Papa conta su di voi!”.
Ai giovani nella veglia di sabato 27 luglio sera (che si è prolungata nella notte) ha detto: “Voi siete il campo della fede! Voi siete gli atleti di Cristo! Siete i costruttori di una Chiesa più bella e di un mondo migliore”. Una grande festa di fede che nel canto e nel ballo ha trascinato in un “flash mob” anche le centinaia di vescovi presenti. Durante la Veglia alcuni giovani hanno dato la loro testimonianza: la redenzione dalla droga e dall’alcool, l’esperienza del perdono, le difficoltà della missione, l’accettazione dell’handicap ….
Per capire cosa significhi essere discepoli-missionari, il Papa ha usato tre immagini: il campo dove si semina, il campo come luogo di allenamento e il campo come cantiere: “per favore, lasciate che Cristo e la sua Parola entrino nella vostra vita e possano germogliare e crescere”. Di qui l’invito a non lasciarsi intontire dai richiami superficiali: “Gesù ci chiede di seguirlo e di giocare nella sua squadra ma quando un giocatore di calcio viene convocato in una squadra deve allenarsi molto. Così è nella nostra vita di discepoli del Signore”. Infatti “Gesù ci offre qualcosa di superiore della Coppa del Mondo! Ci offre la possibilità di una vita feconda e felice e anche un futuro con Lui che non avrà fine, la vita eterna. Ma ci chiede di allenarci per ‘essere in forma’, per affrontare senza paura tutte le situazioni della vita, testimoniando la nostra fede. Attraverso la preghiera, i Sacramenti, e l’aiuto agli altri”.
In questo cantiere occorre diventare parte e costruttori della Chiesa e costruttori della storia: “siate protagonisti della storia. Gesù ci chiama ad essere pietre vive per costruire la sua Chiesa, una Chiesa che sia così grande da poter accogliere l’intera umanità: che sia la casa per tutti”.
La “settimana della gioventù” (come ha voluto definirla il Papa) è stata segnata dalla forza e semplicità evangelica del Papa, accompagnata da tanti segni particolarmente significativi: i tanti bambini abbracciati con tenerezza come la piccolissima bimba nata anencefala, in braccio ai genitori che hanno rifiutato di abortire nonostante la legge brasiliana glielo permettesse, il mandato missionario a 10 giovani dei cinque continenti. Così gli incontri coi Vescovi, i seminaristi, i carcerati ……
Tanti gli appuntamenti e gli incontri. Mercoledì 24 luglio, al santuario delle Madonna Aparecida tanto cara ai brasiliani, affidando a Maria (come ha fatto prima di partire e tornando e Roma a s. Maria Maggiore) i giovani e la GMG di Rio: “vengo a bussare alla porta della casa di Maria – che ha amato ed educato Gesù - affinché aiuti tutti noi, Pastori del Popolo di Dio, genitori ed educatori, a trasmettere ai nostri giovani i valori che li rendano artefici di una Nazione e di un mondo più giusti, solidali e fraterni”.
Per questo ha indicato tre semplici atteggiamenti: mantenere la speranza, lasciarsi sorprendere da Dio e vivere nella gioia. “Non perdiamo la speranza! - ha esortato – Non spegniamola nel nostro cuore!” Dio è più forte del male: di qui l’invito a lasciarsi sorprendere dall’Amore di Dio a fidarsi di Lui, perché lontano da Dio “il vino della speranza si esaurisce”. Infine l’esortazione alla gioia, a non essere pessimisti, a non avere facce “da lutto perpetuo”. Infatti “se siamo davvero innamorati di Cristo e sentiamo quanto ci ama il nostro cuore si infiammerà di una gioia tale che contagerà quanti vivono vicini a noi”.
Francesco si è reso presente nei luoghi dove si vive la sofferenza e la miseria. La visita all’ospedale San Francesco d’Assisi “santuario della sofferenza umana”, (mercoledì 24 luglio) è nel segno della vicinanza e dell’affetto: “vorrei abbracciare ciascuno e ciascuna di voi, voi che siete la carne di Cristo”, poiché abbracciare “il fratello sofferente” ed “emarginato” è una delle necessità di oggi di fronte a situazioni che richiedono “attenzione, cura e amore” in una società pervasa dall’egoismo. Il Papa ha denunciato “la piaga del narcotraffico, che favorisce la violenza e semina dolore e morte” aggiungendo che “non è con la liberalizzazione dell’uso delle droghe, come si sta discutendo in varie parti dell’America Latina, che si potrà ridurre la diffusione e l’influenza della dipendenza chimica”.
Significativa poi (giovedì 25 luglio) la visita nella favela di Varginha, una delle 700 favelas della metropoli, esortando ad impegnarsi per la giustizia sociale, a difendere la vita e la famiglia e a promuovere la dimensione spirituale dell’essere umano.
Una vista carica di amore e di semplicità, con il desiderio di “prendere un cafesinho” (un caffè) entrando in un’umile casa, pregando con gli ultimi, i più dimenticati. A tutti ha detto: “non è la cultura dell’egoismo, dell’individualismo, che spesso regola la nostra società quella che costruisce e porta ad un mondo più abitabile, ma la cultura della solidarietà; vedere nell’altro non un concorrente o un numero, ma un fratello”.
Infatti “solo quando si è capaci di condividere ci si arricchisce veramente; tutto ciò che si condivide si moltiplica! La misura della grandezza di una società è data dal modo con cui essa tratta chi è più bisognoso, chi non ha altro che la sua povertà!”. Quindi l’impegno per la giustizia sociale: “Non stancatevi di lavorare per un mondo più giusto e più solidale”, perché “nessuno può rimanere insensibile alle disuguaglianze che ancora ci sono nel mondo!”
Un frutto della GMG è la notizia che nel Campus Fidei di Guaratiba, l’immensa spianata dove doveva svolgersi la conclusione della Gmg, inagibile per il maltempo, per volere della Chiesa e del Comune di Rio, saranno costruiti alloggi per 20mila poveri, mentre la Croce di 33 metri costruita sul grande podio papale, rimarrà come segno di questa Giornata indimenticabile per Rio e per il Brasile.
Gian Paolo Cassano

Zoccola

Giovedì 1 Agosto 2013

OCCIMIANO – (gpc) Il nuovo delegato provinciale della FIVA (Federazione Italiana dei Venditori Ambulanti su aree pubbliche) è il consigliere comunale occimianese Stefano Zoccola.
La nomina (del 5 luglio scorso) da parte del presidente nazionale FIVA Mimmo Errico viene a confermare l’impegno profuso sinora come rappresentante eletto dagli ambulanti nei Comuni di Trino Vercellese e Cerrina.
“Il mio intento è rilanciare e rivitalizzare l’attività sindacale dei venditori ambulanti” - dichiara - “continuando l’azione di difesa della categoria, intrapresa dal sindacato a livello nazionale e regionale, contro le conseguenze della Direttiva Bolkestein, al momento solo rinviate per effetto del rinnovo delle concessioni fino al 2017 degli operatori in attività”.
Nel suo impegno ci sono anche argomenti specifici delle varie realtà locali, tra cui la posizione ed il ruolo del mercato di Alessandria che “deve rimanere in Piazza Garibaldi per poter mantenere quel ruolo da protagonista che consenta alla città di essere attrattiva nei confronti dei territori circostanti e contemporaneamente agli operatori ambulanti di lavorare e pianificare il proprio futuro e i propri investimenti.” Fondamentale è l’azione di sviluppo e di promozione dei mercati su tutto il territorio provinciale, perché “I mercati ambulanti sono una realtà importante, che rende vivace ed attrattivo il territorio e genera lavoro e occupazione.”
Di qui, in continuità con il suo predecessore Arturo Forlini, l’impegno “forte, sostenuto dalla segreteria, per sviluppare, qualificare, promuovere il lavoro dei venditori ambulanti nel territorio alessandrino”, ricostituendo “un direttivo provinciale, con rappresentanti dei centri zona” e la convocazione di “un’assemblea alla quale saranno invitati tutti gli associati FIVA e tutti gli operatori del commercio su aree pubbliche che vorranno avvicinarsi alla nostra associazione per discutere le problematiche delle diverse zone, condividere esperienze e progettare l’attività futura della nostra categoria”.
Sfefano Zoccola (48 anni) oltre all’impegno come venditore ambulante in diversi mercati della provincia, tra cui quello di Alessandria e Casale M. è consigliere comunale e gestisce ad Occimiano un negozio di calzature (ha creati tra l’altro una proprio linea di scarpe made in Italy) e proviene da una famiglia di artigiani e commercianti nel settore delle calzature.  
gpc

stefano-zoccola.jpg

Maltempo

Giovedì 1 Agosto 2013

OCCIMIANO – (gpc) Il forte temporale di lunedì 29 luglio in mattinata ha colpito anche il paese. Alberi sradicati, qualche tetto di capannone divelto e un back out che è durato per tutto il mattino, dalle 9,20 alle 13,50, bloccando così diversi servizi (dalla banca alla posta ….) con qualche ulteriore e parziale sospensione del servizio elettrico nelle ore successive.
gpc

Estate

Giovedì 1 Agosto 2013

OCCIMIANO – (gpc) Si concluderà domenica prossima 4 agosto l’edizione 2013 di “Estate sotto le stelle”, che coniuga, in un felice mix, gastronomia e musica per tutti !
Anche questa volta, dopo la prima serata, la festa sarà tenuta presso la parte rustica restaurata della Villa dei Marchesi Da Passano, nuova prestigiosa sede della Pro Loco.
Domenica 4 agosto in una serata, libera da noiosi insetti, (grazie anche al trattamento anti zanzare), sarà possibile a tutti coloro che interverranno di poter gustare le specialità gastronomiche dei cuochi della Pro loco a base di fritto misto alla piemontese, a partire dalle ore 20,00, con la possibilità di asporto (a partire dalle ore 19,00). Seguirà la serata danzante, con il complesso “Orchestra Christian”, anch’esso specializzato in musica da ballo ed anni ’60 e ’70.
Per maggiori informazioni e prenotazioni si può contattare la Pro Loco ai numeri: 339.6931508 – 338.4431759 o via mail a: prolocooccimiano@tiscali.it;   pagina facebook “proloco occimiano”.
Sabato 10 agosto, in occasione della festa di san Lorenzo (co patrono della Parrocchia), si rinnova l’appuntamento con la celebrazione della S. Messa, con il bacio della reliquia, in onore del Santo (ore 16,00) nella Chiesa Parrocchiale, preceduto, nella vigilia venerdì 9 agosto (Chiesa della Madonna del Rosario),con la S. Messa cui seguirà (nel Coro) la presentazione di un nuovo Quaderno San Valerio, con la “Cronaca di Occimiano 2012”.
gpc

estate-sotto-le-stelle-1.JPG

Estate Ragazzi 2013

Giovedì 1 Agosto 2013

OCCIMIANO – (gpc) Con la grande festa finale domenica 28 luglio si è conclusa l’edizione 2013 di “Estate ragazzi” con lo slogan “Every body circus” legato alla scoperta della bellezza della realtà della Comunità ecclesiale attraverso ad una serie di avventure legate al mondo del circo.
Per l’occasione è stata celebrata la S. Messa nel cortile dell’Oratorio, animata festosamente dai ragazzi, presieduta dal prevosto, che nell’omelia ha riflettuto sulla preghiera nella vita del cristiano.
Il cortile dell’Oratorio si era riempito di genitori, amici e parenti, che hanno potuto ammirare i lavori fatti dai ragazzi in esposizione pubblica, dei lavori con il traforo, il mosaico, il disegno (con murales), il riciclo, il restauro, il cucito e ferri (ricamo) ….
Il saggio finale ha riproposto uno spettacolo circense, mettendo a frutto l’abilità maturata dei ragazzi in tutto il mese, nella capacità di sapersi mettere in gioco: clown, espressione corporea, giocoleria, espressione acrobatica sono stati alcuni degli elementi dello spettacolo che hanno conquistato il pubblico presente.
Un lavoro proficuo, coordinato dalla prof. Anna Maria Figazzolo con le Suore (dell’Istituto N. S. della Chiesa), il Consiglio dell’Oratorio, gli animatori, le ex allieve salesiane, i genitori (Claudio Rizzi, Wilma Andreone, Monca Deambrosis …), con il supporto dell’Amministrazione comunale, e, quali esperti esterni Arianna, Marzia e Marco.
“Un’esperienza magnifica - ci conferma Anna Maria Figazzolo - nella riscoperta e nella valorizzazione di noi stessi attraverso al corpo dono di Dio, che ha portato i ragazzi a guardare ad ogni persona e a donarsi reciprocamente. Un’espressione fruttuosa segnata dalla collaborazione di tante persone a dal lavoro di squadra.
Un mese ricco di iniziative dalle gire in piscina (alle Bolle blu e alla Valmilano), a Torino (a Maria Ausiliatrice) e a Grugliasco (per lo spettacolo del circo), all’incontro diocesano dei centri estivi.
Un proficuo lavoro svolto, con l’impegno degli animatori per un’esperienza indimenticabile scoprendo grazie anche alla collaborazione dei genitori e di tutti i responsabili la bellezza di vivere insieme e di scoprire il progetto di vita che Dio ha preparato per ciascuno di noi.
gpc

er-2013.JPG

Dal Molin

Giovedì 1 Agosto 2013

OCCIMIANO – (gpc) Ancora alla presa con problemi fisici. Per questo motivo l’occimianese Paolo Dal Molin ha dovuto rinunciare in extremis alla partecipazione ai campionati nazionale di atletica leggera. Il vice campione europeo di Helsinki (sui 60 ostacoli indoor) ha dovuto rinunciare alla gara dei 110 ostacoli ai campionati assoluti di atletica di Milano la scorsa settimana.
Lo aspettiamo sicuramente protagonista nelle prossime prove. Forza Paolo !
gpc

dalmolin_jpg1.jpg

Calcio

Giovedì 1 Agosto 2013

OCCIMIANO – (gpc) Nel cuore dell’estate si rinnova il torneo calcistico ‘Over 40′ giunto alla sua quarta edizione. Gli appassionati di pallone potranno assistere al torneo che si disputa domenica 4 agosto, alle 18,00 presso il campo sportivo comunale. Al termine, vincitori e sconfitti si ritroveranno tutti insieme a tavola nella Villa dei Marchesi Da Passano partecipando all’appuntamento gastronomico organizzata dalla Pro Loco con il “fritto misto alla piemontese” e alla serata danzante nell’ambito della manifestazione ‘E-state sotto le stelle’.
gpc