Homepage - Scrivi a Don Cassano - Scrivi alla Parrocchia di San Valerio

Telecomando

TELECOMANDO
a cura di Gian Paolo Cassano

Pensavate che il Galateo fosse un libro polveroso, pieno di regole inutili e demodé? Non lo è affatto, e lo dimostrano le “LEZIONI DI BON TON” in onda su Rai 5 tutte le domeniche alle 20.45, a partire dal 24 febbraio. Il nuovo programma, condotto da Metis Di Meo, è un viaggio divertente all’insegna del galateo moderno, attraverso i consigli degli esperti e i segreti svelati dai tutor, perché conoscere l’arte delle buone maniere può essere l’arma vincente per affrontare con stile ogni situazione. Dieci puntate ideate da Paolo D’Amico e Metis Di Meo e realizzate dalla D’Amico Produzioni con la regia di Andrea Conte, per cambiare l’immagine, migliorare lo stile, trovare le parole giuste, scegliere l’abbigliamento o il comportamento adatto per ogni occasione.
Sempre su Rai 5 al lunedì, alle 21,15 va in onda “L’INSOSTENIBILE LEGGEREZZA DEL PREZZO. LA MODA A BUON MERCATO”, dove sei ragazzi inglesi, fanatici della moda, si sottopongono ad un originale esperimento: vengono mandati a scoprire la verità sulla provenienza e sui costi della produzione dei capi di abbigliamento a buon mercato, di cui sono appassionati consumatori. Questo è il primo di questi programmi ed è costruito come un reality che mette a dura prova le comode certezze dei giovani consumatori e svela i feroci meccanismi che sono alla base della produzione di molti articoli provenienti da paesi che creano a buon mercato. Rai 5 inaugura così ( unico canale nel panorama televisivo) una nuova linea tematica che risponde alla crescente domanda di “eticità”, di sostenibilità e di attenzione all’uso consapevole delle risorse. Il ciclo proseguirà, sempre di lunedì, con altre serie dedicate ai meccanismi perversi con cui si produce il lusso e il cibo a buon mercato ….
Per le elezioni politiche tutti i principali canali nel pomeriggio di lunedì e nella serata manderanno in onda programmi speciali per seguire i risultati, con commenti di esperti.
Gian Paolo Cassano

I commenti sono disabilitati.