Homepage - Scrivi a Don Cassano - Scrivi alla Parrocchia di San Valerio

Festa patronale di san Valerio

OCCIMIANO – (gpc) Non dimenticate di essere chiamati ad essere evangelizzatori: è questo l’incoraggiamento che è venuto da mons. Dino Negro mercoledì scorso 22 gennaio, nella festa patronale di san Valerio. E’ l’esempio di san Valerio, che di queste terre fu evangelizzatore e testimone: ha poi indicato lo stile di questa missione che è quello d i Gesù, a cominciare dalla preghiera, portando con coraggio la buona novella senza cercare il proprio interesse, ma il bene degli altri (anche con opportuni ed stimolanti esempi).
Numerosa la partecipazione dei fedeli, per un momento centrale della vita di una comunità, a cominciare dalle autorità, con il Sindaco Valeria Olivieri (che festeggiava anche il proprio onomastico), vice sindaco, consiglieri, il consigliere provinciale Stefano Zoccola (in rappresentanza del presidente Baldi), il presidente del ccr Teresa Ottone, il comandante della stazione dei Carabinieri lgt. Antonio Caputo. Significativa anche quest’anno la presenza di una delegazione dei Cavalieri dell’Ordine dei S.S. Maurizio e Lazzaro. Da non dimenticare la presenza degli “araldi di san Valerio” (i bambini che fanno la Prima Comunione) con un vestito rosso e dei giovani della leva del 2002, nell’anno delle loro maturità.
Con l’occasione (come già anticipato la scorsa settimana), è stata assegnata la spiga d’argento ad Antonino Arceri, per la sua opera di volontariato come sacrestano in parrocchia, preziosa e delicata, sono stati benedetti i pani (le spighe di san Valerio) preparate dalle mamme, è stata presentata la collezione di strumenti musicali in miniatura di Andrea Bonzano e sono state benedette le tre nuove opere degli “Artisti per San Valerio che vanno ad arricchire la Galleria di san Valerio (diretta da Pier Giorgio Panelli). Le opere spaziano dal piatto su base d’argento dalla sapiente linea grafica di Laura Rossi, all’immagine iconografica classica con gli attributi del Santo (insegne episcopali e spiga) della torinese Carla Gallo e (alla quinta opera) al particolare e significativo ritratto del Santo su lastra di alluminio di Isabella Bocchio.
C’è stata poi l’offerta dei primi germi di grano, da parte dei bambini, in onore del Santo, che poi continueranno a curare in vista delle loro crescita e maturazione.

san_valerio_2020-1.jpg
san_valerio_2020-10.jpg
san_valerio_2020-23.jpg

I commenti sono disabilitati.