Homepage - Scrivi a Don Cassano - Scrivi alla Parrocchia di San Valerio

Beata

Hildegard Burjan: laica, madre di famiglia, attivamente impegnata in politica e fondatrice delle Suore della Caritas Socialis, trasse dalla fede la forza per il suo impegno. E’ questo in breve il ritratto della nuova beata che è stata proclamata domenica 29 gennaio nella Cattedrale di S. Stefano a Vienna, dal card. Angelo Amato (prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi), nel solenne rito con il card. Christoph Schönborn (arcivescovo di Vienna).
Era nata nel 1883, tedesca di origine ebraica (in una famiglia non praticante), dopo la conversione al cattolicesimo (attraverso gli studi filosofici e dopo una grave malattia) ed il matrimonio si trasferì a Vienna, dove venne eletta deputato nel parlamento austriaco, vivendo l’attività politica, in un ambito dominato da uomini, come un servizio al Vangelo, a favore dei lavoratori oppressi, facendo suo l’insegnamento di Leone XIII (con la sua Rerum novarum).
Senza tralasciare la famiglia (volle partorire la figlia, Lisa, nonostante i consigli dei medici di abortire), nel 1912 fondò l’Associazione delle operaie cristiane a domicilio, creando una fitta rete di assistenza alle famiglie e combatte il lavoro minorile. Sette anni dopo (nel 1919) fondò a questo scopo le Suore della Caritas Socialis.
Era abituata a dare la vita ogni giorno, vedendo il volto di Gesù nei più poveri e nei sofferenti, è assetata di giustizia: “con il denaro e le piccole elemosine – diceva – non si aiutano le persone, ma bisogna ridare loro la fiducia che sono qualcuno e sono in grado di fare qualcosa”. Tutta la sua vita la trascorse operando secondo il motto paolino (“L’amore di Cristo ci spinge”); morì nel 1933, prima dell’avvento del nazismo in Germania e della bufera scatenata nei confronti degli ebrei.
Hildegard – ha affermato il card. Christoph Schönborn - è la dimostrazione che la santità è possibile in politica … Ed è una grandissima gioia il fatto che con Hildegard Burjan venga beatificata la prima donna eletta democraticamente …. Determinante per essere santi è la credibilità. La credibilità che nasce dalla coerenza tra fede professata e vita vissuta: il fatto che tra quello che “si crede” e la vita vissuta ci sia una vera identità …. Hildegard era una donna di una fede profondissima, che viveva della sua fede, è stata una donna eccezionale, una vera cristiana.”
Hildegard Burjan è una bella figura per il mondo di oggi che incarna il tipo del discepolo nella modernità: guardando a lei si può capire cosa significa essere cristiani oggi !
Gian Paolo Cassano

hildegard-burjan.jpg

I commenti sono disabilitati.