Homepage - Scrivi a Don Cassano - Scrivi alla Parrocchia di San Valerio

Archivio di Aprile 2022

Avvisi della Parrocchia S. Valerio Occimiano

Giovedì 28 Aprile 2022

PARROCCHIA S. VALERIO
OCCIMIANO
********

DOMENICA 24 aprile 2022

* S. Messe nella settimana:
• Lunedì 25 aprile: ore 18,00
• Martedì 26 aprile: ore 18,00
• Mercoledì 27 aprile: ore 18,00
• Giovedì 28 aprile: ore 16,00 (Casa di riposo)
• Venerdì 29 aprile: ore 18,00

* Domenica 24 aprile:
• Domenica della Divina Misericordia (o in Albis)

* Vespri
• Lunedì 25 aprile (ore 17,45) - segue: S. Messa

* Domenica 24 aprile: ore 18,00
• Festa di San Giorgio (co patrono della Parrocchia)

* Visita pastorale
• Sabato 23 aprile: S. Messa ad Occimiano (ore 16,30)
• Lunedì 9 maggio: in mattinata visita di mons. Vescovo nelle scuole, Casa di riposo e zona industriale

* Devozione delle “tre Ave Maria”
• In questa settimana continuiamo ad offrire la 3° Ave “per il nostro Vescovo e perché sappiamo accogliere con gioia la sua visita in mezzo a noi.”

TELECOMANDO a cura di Gian Paolo Cassano

Giovedì 28 Aprile 2022

A partire da sabato 7 maggio su Tv 2000 (ore 17,30) va in onda “AGRINET: IL FUTURO IN CAMPO”, un viaggio di 12 puntate nelle Regioni italiane per approfondire il tema dell’agricoltura sostenibile, il corretto uso delle risorse naturali, l’innovazione tecnologica, la lotta ai cambiamenti climatici. Ci saranno storie e racconti di imprenditori agricoli per una maggiore consapevolezza sullo stile di vita sostenibile e sano, per un sostegno alla transizione verso un sistema alimentare sempre più sostenibile e per proteggere l’ambiente e la biodiversità. Il programma, condotto da Francesca Magnoni, è sostenuto dalla Commissione Europea nell’ambito della Politica Agricola Comunitaria (PAC).
Sabato 30 aprile torna LNEABLU (Rai uno, ore 15,15), che da 28 anni porta il mare in casa degli italiani. La più iconica delle trasmissioni della tv italiana dedicata all’azzurro che circonda la Penisola, riparte da un luogo altrettanti iconico, simbolo del turismo e della bellezza del Mare Nostrum: Capri. Il primo viaggio di Donatella Bianchi in questo 2022 farà tappa ai faraglioni di Capri, per raccontare un progetto di ripristino ambientale nella parte sommersa di questi scogli famosi nel mondo, purtroppo rovinata dalla raccolta dei datteri, pratica proibita ma ancora non debellata. Navigando lungo le coste dell’isola, le telecamere di Lineablu entreranno nella grotta azzurra, altro luogo simbolico, per un racconto tra bellezza mozzafiato, tradizioni e leggende legate al mare di Capri. Un’isola che da oltre 70 anni attira grandi personalità, artisti e attori, nobili e stravaganti personaggi della Dolcevita. Tra il mare e la famosa piazzetta per scoprire aneddoti segreti e presenze illustri, con immagini d’epoca, da Totò a Brigitte Bardot.
La geopolitica di Papa Francesco e la “rivoluzione” della complessa macchina curiale sono i servizi di apertura del programma di Rai Vaticano, “Viaggio nella Chiesa di Francesco”, di Massimo Milone e Nicola Vicenti, che torna, su Raiuno, domenica 24 aprile ore 00.25 (con replica su Rai Storia domenica 1 maggio alle ore 12.30). Da Malta al Congo e Sud Sudan, paesi che visiterà in luglio, Papa Francesco rilancia il grido per la pace e l’accoglienza. Permeate dallo spirito del Vangelo, le rotte del Papa argentino invitano tutti i credenti a tornare al cuore della fede cristiana. Ma, contemporaneamente, Papa Francesco sta gettando le basi concrete per una rivisitazione profonda della Curia Romana con la Costituzione Apostolica “Praedicate Evangelium”.

Giovedì 28 Aprile 2022

(gpc) Prosegue la Visita pastorale del nostro Vescovo all’Unità Pastorale San Giovanni Bosco – Madonna dell’argine. Dopo aver visitato, celebrando l’Eucaristia, le parrocchie di Occimiano (sabato 23 aprile) Villabella e Rivalba (domenica 24) sabato 30 aprile sarà a Mirabello M. e domenica 1 maggio a S. Maria del Tempio.
Prima di Pasqua a Mirabello aveva celebrato il rito dell’Unzione degli infermi e il 22 aprile, sempre a Mirabello, aveva tenuto una catechesi sull’essere Chiesa.
Un incontro comune a tutta l’UP sarà poi martedì 3 maggio incontrando in Chiesa a Ticineto (ore 21) i catechisti e la commissione liturgia dell’UP.

Giovedì 28 Aprile 2022

RIVALBA – (gpc) E’ stato acconto festosamente, al canto di “Benvenuto…” da parte dei bambini e dei ragazzi, il Vescovo che domenica 24 aprile si è recato a Rivalba in visita pastorale.
Con loro e con i fedeli presenti sul sagrato della Chiesa si è intrattenuto amichevolmente, per poi presiedere l’Eucaristia nella Chiesa parrocchiale affollata di fedeli.
Il Sindaco Piero Bovio all’inizio ha portato i saluti dell’amministrazione civile, di una comunità dalle salde radici cristiane, ribadendo la proficua collaborazione con la parrocchia che si è instaurata in questi anni, individuando come gli obiettivi siano comuni per entrambe. Il Parroco (portando i saluti dell’assistente pastorale Lino Ricci, bloccato in casa per il covid) ha presentato al Vescovo i ragazzi che a settembre riceveranno il sacramento della Confermazione, che si stanno preparando con l’aiuto delle catechiste Ilaria e Pina. Egli, nell’Omelia, rivolgendosi ad essi, li ha esortati a prepararsi vivendo l’Eucaristia che è la palestra di vita del cristiano ! Come allora (nel racconto del Vangelo) Gesù viene in mezzo a noi, portando la pace ed il dono dello Spirito Santo, facendo eco al gesto di alitare (come fa il Vescovo nella Messa crismale). Ora noi siamo qui ogni domenica (come il quella prima domenica della storia) perché, quando la comunità cristiana si riunisce, Lui viene in mezzo a noi. Ha fatto così riferimento alla dimensione ottagonale degli antichi battisteri, come quelli di Biella o di Albenga, dove il numero otto ricorda l’infinito; noi contiamo il tempo in settimane ma esiste un giorno che non ha inizio e fine, l’ottavo giorno, la domenica senza tramonto. Nel Battesimo siamo immersi nell’eterno; e noi siamo qui, alla domenica, ogni otto giorni, per fare esperienza del Cristo Risorto, ci nutriamo della sua Parola, di Lui, perché ha la vita eterna in sé. Già adesso in noi battezzati scorre l’eternità. Ecco perché è importante la domenica perché è incontro con la vita e qui la ritroviamo, il senso di ciò che siamo e soprattutto la strada dove andare e, come Tommaso, fare la nostra professione di fede in Cristo: “mio Signore e mio Dio !”
La visita si è conclusa con un aperitivo offerto al vescovo presso i rinnovati locali della SOMS Maganore.

img-20220425-wa0022.jpg
img_20220424_121551.jpg
img-20220425-wa0023.jpg
img-20220425-wa0024.jpg

Giovedì 28 Aprile 2022

OCCIMIANO – (gpc) Sabato 23 aprile la comunità occimianese ha accolto con gioia la visita del Vescovo. Un primo momento è stato nella Sala Consiliare del Comune dove il sindaco Valeria Olivieri ha accolto mons. Sacchi con la rappresentanza del Consiglio comunale e dei Consigli Parrocchiali degli Affari Pastorali e degli Affari Economici. Offrendo alcuni libri sul paese ha ricordato la realtà di una comunità che vuole essere accogliente, pur non dimenticando i problemi e le preoccupazioni del mondo di oggi. Il Vescovo facendo memoria con l’incontro avuto con i sindaci dell’U.P. ha spiegato il senso della sua visita come quella del pastore che incontra i suoi fedeli che non dimentica la sua esperienza pastorale come parroco intende portare nella sua azione. Ha quindi rilevato tra le difficoltà di oggi quella di creare relazioni tra le persone dopo l’esperienza della pandemia e la necessità di venire incontro al disagio giovanile.
Presiedendo l’Eucarestia, in Chiesa Parrocchiale, ha colto nel testo evangelico di Giovanni il dinamismo del giorno del Signore dove ogni otto giorni la comunità cristiana incontra il risorto.
Nella descrizione evangelica di quella prima domenica della storia ha evidenziato come la comunità cristiana si riunisca non per fare memoria ma per vivere l’incontro con il Vivente che ci porta la pace e ci rinfranca. Egli si è chiesto cosa sia diventata la domenica oggi, dal primo giorno della settimana ridotta a wek end…. Il testo di Gv 20 ci scandisce il senso della domenica ricordando come i noi i cristiani siamo i responsabili del Risorto nel mondo di oggi. Chissà se un estraneo entrasse nelle nostre assemblee sentisse la presenza del Risorto in un comunità che vive l’incontro Lui ! Tommaso che è un po’ come tutti noi, non è da deplorare perché strappa a Gesù una delle più belle beatitudini. Sarebbe bello poter fare nostra la professione di S. Tommaso (“Mio Signore e mio Dio !”) nel momento della consacrazione della S. Messa, per esprimere la nostra fede !
Il prevosto ha ringraziato il Vescovo per la sua presenza, ricordando che poi, nelle prossime settimane, sarà ancora in visita nelle scuole (infanzia, primaria secondaria di primo grado), dagli anziani alla casa di riposo, in un’unità produttiva.

dscn8331.JPG
dscn8335.JPG
dscn8337.JPG
dscn8340.JPG

Giovedì 28 Aprile 2022

OCCIMIANO – (gpc) Rimane in affitto alla ditta l’Aida Alta Energia l’ex polveriera di Occimiano. Il TAR infatti, ha respinto il ricorso presentato nel 2020 dalla Inter E.M. (che opera in importazione e deposito di esplosivi per uso civile titolare di una polveriera a Murisengo), che chiedeva l’annullamento dell’affidamento alla ditta concorrente, confermando la decisione del comune di Occimiano di affittare l’area alla ditta Aida Alta Energia.
Il Comune di Occimiano era entrato in possesso del complesso militare, in seguito alla dismissione da parte del Demanio ed aveva deciso nel marzo 2019 l’affidamento in locazione (sempre regolarmente corrisposta) dell’ex polveriera sulla strada da Occimiano a Giarole.
Il TAR ha riconosciuto le ragioni del Comune occimianese che aveva ribadito “di non essere tenuto a indire una pubblica gara e di aver pubblicato un’indagine esplorativa finalizzata all’acquisizione e alla gestione dell’ex polveriera”. Ha pertanto giudicato inammissibile il ricorso, confermando la delibera della giunta e l’assegnazione alla ditta Aida, rigettando la domanda di risarcimento dei danni che la ricorrente aveva ipotizzato per circa 480.000 €) e condannando la Inter E.M. al pagamento di 3.000 € al Comune e alla società contro interessata.
La ditta Aida utilizzerà le casermette come deposito di esplosivi; il resto dell’area sarà impiantata a bosco, in accordo con il parco del Po, con alberi di specie autoctone e non invasive.

ex-polveriera.jpg

Giovedì 28 Aprile 2022

OCCIMIANO – (gpc) La serie degli appuntamenti di “Camminare il Monferrato”, promosse dai Comuni monferrini e dalla Riserva Speciale del Sacro Monte di Crea” farà tappa domenica prossima 1 maggio ad Occimiano, seguendo il “sentiero di Aleramo”, inaugurato lo scorso anno., lungo il quale è narrata la leggenda di Aleramo e Alasia.
La partecipazione è libera e gratuita ed il ritrovo è fissato per le ore 14.45 presso la corte della Villa Marchesi da Passano (via Cavour 66), da dove, dove il saluto di benvenuto da parte del sindaco Valeria Olivieri (affiancata dagli ideatori del percorso), prenderà il via la camminata alle ore 15,00. L’itinerario da centro del paese percorre via Castello Cavalla per intraprendere la via sterrata che conduce alla cascina Zino, (il Cascinot d’oslin), affiancata da una stupenda quercia secolare, proseguendo verso la cascina Saiona e discendendo fino al corso del torrente Rotaldo. Svoltando a sinistra si segue la strada bianca che risale dolcemente fino a ritornare all’altezza della Saiona. Da qui dapprima su di un tratto asfaltato poi su sterrata si scende fino a giungere ad Occimiano, al punto di partenza, dove la Pro Loco di Occimiano organizzerà un gradevole momento di ristoro. Anna Maria Bruno, guida professionista abilitata, accompagnerà il gruppo illustrando i particolari e le curiosità che si incontrano lungo l’itinerario. Per info è possibile chiamare il 348-2211219 o scrivere a camminaremonferrato@libero.it. Solo in caso di mal tempo, per un’eventuale conferma, è possibile telefonare domenica mattina, fra le 11,00 e le 12,30, al 335-8149190. La durata dell’uscita sarà di circa due ore. Con Camminare il Monferrato continua anche la raccolta di fondi destinati alle persone più bisognose, e come di consuetudine anche questa volta ai camminatori verrà chiesta un’offerta destinata al sostegno delle famiglie che ospitano i profughi ucraini.

immagine-sentiero-aleramo.jpeg

Giovedì 28 Aprile 2022

OCCIMIANO – (gpc) Continuano gli incontri creativi di Arti Terapie Espressive; giovedì 28 aprile sarà dedicato al Collage, libero ed imprevedibile che ha come strumenti base giornali, fogli colorati, fotografie, colla e forbici. Nel collage si sviluppano ricerca di dettagli, scelta, accostamenti cromatici o di forma, frammenti che si uniscono per contrasto o per ritmo armonico e che offrono la possibilità di aprirsi all’imprevedibile.
L’incontro, condotto con tecniche artistiche ed espressive per le quali non è richiesta alcuna competenza tecnica, si tiene, con il contributo del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e in collaborazione con la Regione Piemonte e del Comune di Occimiano. La partecipazione è libera e gratuita; si chiede l’iscrizione presso Marzia Righetti 3471258172 marzia_righetti@yahoo.it.

collage-di-sammy-slabbinck.jpg

Avvisi della Parrocchia S. Valerio Occimiano

Giovedì 21 Aprile 2022

PARROCCHIA S. VALERIO
OCCIMIANO
********

DOMENICA 17 aprile 2022

* S. Messe nella settimana:
• Lunedì 18 aprile: ore 10,00 (lunedì dell’Angelo)
• Martedì 19 aprile: ore 18,00
• Mercoledì 20 aprile: ore 18,00
• Giovedì 21 aprile: ore 18,00
• Venerdì 22 aprile: ore 18,00

* Domenica 24 aprile:
• Domenica della Divina Misericordia (o in Albis)

* Confessioni pasquali:
• Lunedì dell’Angelo (dopo la Messa) ed ogni giorno in occasione della S.Messa

* Visita pastorale
• Venerdì 22 aprile: Mirabello M., Chiesa parrocchiale, Catechesi del Vescovo sull’essere Chiesa (ore 15,30)
• Sabato 23 aprile: S. Messa ad Occimiano (ore 16,30)

* Devozione delle “tre Ave Maria”
• In questa settimana continuiamo ad offrire la 3° Ave “per il nostro Vescovo e perché sappiamo accogliere con gioia la sua visita in mezzo a noi.”

Giovedì 21 Aprile 2022

OCCIMIANO - (gpc) Continuano gli incontri di Arti Espressive del giovedì sera. Gioevdì 14 aprile si parlerà ancora dell’ Haiku che è un breve componimento poetico in tre versi che nasce in Giappone nel XVII secolo. Per la sua natura e per la sua forma, ci porta in contatto con l’essenziale, con l’aspetto profondo e poetico, spesso creato in riferimento alla natura. L’Haiku, attraverso la selezione di parole che lo compongono, offre una sintesi evocativa di simboli ed immagini che descrivono intensamente un mondo esterno in stretto contatto con il mondo interiore di chi osserva e scrive. Nel tempo gli Haiku si arricchiscono di metafore ed analogie e si aprono ad abbracciare temi molto più ampi fino ad arrivare all’intero vissuto dell’uomo e il suo quotidiano.
L’incontro, condotto con tecniche artistiche ed espressive per le quali non è richiesta alcuna competenza tecnica, si tiene, con il contributo del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e in collaborazione con la Regione Piemonte e del Comune di Occimiano. La partecipazione è libera e gratuita; si chiede l’iscrizione presso Marzia Righetti 3471258172 marzia_righetti@yahoo.it.

haiku.jpg