Homepage - Scrivi a Don Cassano - Scrivi alla Parrocchia di San Valerio

Archivio di Luglio 2019

Avvisi della Parrocchia S. Valerio Occimiano

Martedì 16 Luglio 2019

PARROCCHIA S. VALERIO
OCCIMIANO
********

DOMENICA 14 luglio 2019

* S. Messe nella settimana: (Chiesa Madonna del Rosario)
• Lunedì 15 luglio: ore 18,00
• Martedì 16 luglio: ore 8,00
ore 11,00: esequie def. Carla Zemide Gambotto
• Mercoledì 17 luglio: ore 18,00
• Giovedì 18 luglio: ore 8,30
• Venerdì 19 luglio: ore 8,30

* Vespri
• Lunedì 15 luglio (ore 17,45) - segue: S. Messa

* Estate ragazzi: continua con le sue iniziative

* Madonna del Carmelo:
• Al Carmelo Mater Unitatis con Mons. Vescovo (martedì 16 ore 11,15)
• In parrocchia: lunedì 15 (nella vigilia, ore 18) e martedì 16 (ore 8)
• Benedizione ed imposizione dello scapolare

* Da domenica 30 giugno:
• la S. Messa domenicale è anticipata alle ore 10,30

TELECOMANDO a cura di Gian Paolo Cassano

Martedì 16 Luglio 2019

A 25 anni dalla strage di via d’Amelio, in cui venne ucciso il giudice Paolo Borsellino, la Rai dedica una speciale programmazione. Venerdì 19 luglio su Rai storio (re 221,10) va in onda “ESSENDO STATO”, un docufilm che rende pubbliche le condanne senza appello dei giudici Poalo Borsellino e Giovanni Falcone davanti al Consiglio superiore della magistratura contro il disimpegno dello Stato nella lotta contro la mafia. Il programma, per la regia di Ruggero Cappuccio
offre uno spaccato della vita del giudice palermitano. il tritolo e l’infanzia, il palazzo di giustizia e la spiaggia, il campo di calcio dove giocava da ragazzo con Giovanni Falcone, costituiscono la narrazione visiva di Paolo Borsellino che ricostruisce la propria vita di uomo e di magistrato sul confine tra la vita e la morte.
Rai Uno ripropone il film per la TV “PAOLO BORSELLINO: I 57 GIORNI” (vnerdì 19 luglio, ore 21,25), diretto da Alberto Negrin, che ripercorre gli ultimi giorni di Paolo Borsellino (interpretato da Luca Zingaretti), dall’attentato di Giovanni Falcone, a quello di via D’Amelio, in cui il magistrato perse la vita.
Nel 50° dello sbarco sula Luna su Focus Tv a giovedì a sabato in programmazione una serie di appuntamenti tra cui (venerdì 19, ore 21,15) “Luna: domande e risposte” e sabato 20 (ore 17,45) la riproposta del lancio. Rai uno sabato 20 luglio propone uno speciale con Piero ed Alberto Angela “ULISSE: QUELLA NOTTE SULLA LUNA” in cui racconteranno cosa successe quella storica notte di fine anni ‘60 e tante curiosità su quest’evento epocale. Ripercorreranno tutte le tappe che portarono l’uomo a sfidare l’Universo, racconteranno il ruolo fondamentale del presidente statunitense John Fitzgerald Kennedy, illustreranno le tecnologie di quel tempo e intratterranno i telespettatori snocciolando numerose curiosità su quella notte che tenne con il fiato sospeso l’intera Umanità.

NESSUNO NE PARLA (O QUASI) news quasi sconosciute a cura di Gian Paolo Cassano

Martedì 16 Luglio 2019

Cresce in Perù (come riferisce Vatican news) la protesta della popolazione contro il progetto “Tía María”, per la costruzione di una miniera di rame nella provincia di Isly, situata nella regione meridionale di Arequipa, dove scorre il fiume Tambo.
Questo è, però, fonte di vita per chi abita la regione e le operazioni estrattive metterebbero a forte rischio la salute del corso d’acqua. Per questo, da diverso tempo (se ne parlava da una decina di anni) la popolazione locale protesta ed esprime il suo malcontento.
Anche la Chiesa peruviana ha espresso “preoccupazione per il possibile aggravarsi della situazione e condivide la speranza di un opportuno dialogo che possa evitare un nuovo conflitto sociale”. La nota della presidenza dei vescovi, apprezzando le dichiarazioni dei governi regionali e di altri settori sociali che hanno chiesto che il dialogo avvenga prima di “qualsiasi operazione mineraria”, sottolinea che questo “è il mezzo migliore per raggiungere e garantire la pace sociale, con equità, onestà e giustizia”.
“Papa Francesco – citano i vescovi – ha ricordato che il dialogo è uno scambio reciproco di fiducia che desidera il bene di entrambe le parti e vuole rafforzare i legami di fratellanza e amicizia per progredire su vie di giustizia e di pace”. (Discorso ai membri dell’Organizzazione internazionale Italo-latino Americana, 30 giugno 2017). Di qui, l’invito della Cep a tutte le parti in causa affinché stabiliscano “meccanismi di dialogo che permettano di superare qualsiasi differenza o interesse personale per cercare sempre il bene comune, il bene del Perù”.

LA PAROLA DI PAPA FRANCESCO a cura di Gian Paolo Cassano

Martedì 16 Luglio 2019

“La capacità di compassione” è “la pietra di paragone del cristiano, anzi dell’insegnamento di Gesù”. Lo ha ribadito il Papa all’Angelus di domenica 14 luglio, commentando il vangelo domenicale, precisando che Dio “è misericordioso perché ha compassione”, è capace “di avvicinarsi al nostro dolore, al nostro peccato, ai nostri vizi, alle nostre miserie”. L’invito di Francesco è forte: “se tu davanti ad una persona bisognosa non senti compassione, se il tuo cuore non si commuove, vuol dire che qualcosa non va. Stai attento, stiamo attenti. Non ci lasciamo trascinare dall’insensibilità egoistica.” Le pagine del Vangelo sono un vero “tesoro”, un “modello di come deve agire un cristiano”.
Gesù scegliendo “un samaritano come personaggio positivo della parabola (…) vuole superare il pregiudizio, mostrando che anche uno straniero, anche uno che non conosce il vero Dio e non frequenta il suo tempio, è capace di comportarsi secondo la sua volontà, provando compassione per il fratello bisognoso e soccorrendolo con tutti i mezzi a sua disposizione.” Il Signore “ci fa capire che non siamo noi che, in base ai nostri criteri, definiamo chi è il prossimo e chi non lo è, ma è la persona in situazione di bisogno che deve poter riconoscere chi è il suo prossimo, cioè chi ha avuto compassione di lui”. Questa diventa la pietra di paragone del cristiano, anzi dell’insegnamento di Gesù: “se tu vai per la strada e vedi un senzatetto sdraiato lì e passi senza guardarlo” o pensi sia ubriaco, “domandati se il tuo cuore non si è irrigidito, se il tuo cuore non è diventato ghiaccio. Questa conclusione indica che la misericordia nei confronti di una vita umana in stato di necessità è il vero volto dell’amore. È così che si diventa veri discepoli di Gesù e si manifesta il volto del Padre”.

Martedì 16 Luglio 2019

OCCIMIANO – (gpc) Venerdì 19 luglio, per i bambini della scuola dell’infanzia, presso l’ufficio informativo (info point) di piazza Oratorio don Bosco, dalle 9 alle 11,30, si terrà l’incontro con la prof.sa Beatrice Leoni alla scoperta di Pinocchio (che fa da filo conduttore di Estate ragazzi 2019) con lettura animata e laboratorio fisco – motorio. I bambini scopriranno così casa abbia provato Pinocchio quando le sue gambe e braccia cominciarono a muoversi in libertà, quando spuntò il sorriso sulla sua bocca ed il cuore cominciò a palpitare….
Il laboratorio è offerto personalmente dal sindaco Valeria Olivieri, come il precedente “Siamo tutti Geppetto” - tenuto dall’arte terapeuta Marzia Ferrarotti (dell’Associazione di Promozione Sociale “Penelope”) e - attraverso al quale i bimbi della scuola dell’infanzia iscritti all’Estate Ragazzi hanno scoperto la piacevole sensazione di utilizzare un materiale grezzo e tutto naturale: l’argilla. Come il falegname Geppetto quando scolpisce il legno, anche i piccoli (insieme alle maestre) hanno potuto creare il loro Pinocchio in un crescendo di entusiasmo e curiosità.

geppetto-1.jpg

Messa in sicurezza del torrente Rotaldo.

Martedì 16 Luglio 2019

OCCIMIANO – (gpc) Sono in corso i lavori per il completamento del progetto per la messa in sicurezza del torrente Rotaldo, nella zona industriale di Occimiano.
E’ l’opera finanziata già da alcuni anni dalla Regione Piemonte per la protezione della zona industriale colpita più volte dall’esondazione del torrente Rotaldo. Si tratta della realizzazione di una scogliera a sostegno della strada sull’argine (nei prosi del ponte sulla ex statale 31) e di un muretto in cemento armato.
A tal fine l’amministrazione comunale, che ha invitato l’impresa a terminare i lavori entro ottobre 2019, ha ottenuto un ulteriore finanziamento per la realizzazione nei prossimi anni di una pulizia dell’alveo e per il ripristino delle sponde più compromesse.

Torneo dei 4 cantoni.

Martedì 16 Luglio 2019

OCCIMIANO (gpc) – Si avvia alla conclusione il “torneo dei 4 cantoni”. Così domenica 21 luglio al centro sportivo comunale ci saranno le prove finali del torneo che ha già visto sfidarsi i rioni nelle gare di palla avvelenata, pallavolo e bocce. Alle 18,30 ci sarà l’incontro di calcio tra “mezzi” cantoni, con il paese, di fatto, diviso in due parti, da un lato Bucion/Carbunara e dall’altro Porta Cunsan/San Bastian.
Al termine ci saranno le premiazioni ed un momento conviviale presso il Bar “La Roggia”. In precedenza, a partire dalle ore 17, ci sarà la “giornata dello sport per bambini e ragazzi”, aperta a tutti e dedicata alle dimostrazioni di shorinji kempo (in palestra) e rugby, con l’opportunità di prove gratuite. Infatti le due discipline sono da anni praticate con ottimi risultati da due giovani del paese, rispettivamente Nicolò Pugno e Attilio Domenighini.
In settimana (martedì e giovedì) al bocciodromo comunale continua il torneo di bocce.
Intanto, sabato scorso, una trentina di bambini dai 6 ai 12 anni, divisi a squadre miste, hanno dato vita ad appassionanti incontri di palla avvelenata, gare di tiro alla fune (coinvolgendo anche alcuni papà), corsa nei sacchi, gimkana in bici, per un pomeriggio di festa e di sport riuscito perfettamente grazie alla collaborazione tra neo consiglieri comunali e numerosi volontari.

i-partecipanti-alle-gare-di-palla-avvelenata-con-gli-organizzatori.jpg
la-partenza-della-gimkana.jpg
squadra-vincitrice-della-gimkana-in-bici.jpg

Morto il card. Paolo Sardi.

Martedì 16 Luglio 2019

ROMA – (gpc) E’ morto domenica 14 luglio, all’ospedale Gemelli di Roma, dopo una breve malattia, il card. Paolo Sardi. Aveva 84 anni ed ora originario dell’alessandrino. Era nato infatti il 1 settembre 1934 a Ricaldone, nella diocesi di Acqui, in provincia di Alessandria. Il padre era contadino e la madre una maestra elementare. Dai suoi genitori — diceva — ha imparato innanzitutto «umiltà e onestà». I genitori provenivano a loro volta da famiglie di profonda fede cristiana: un fratello della nonna paterna era sacerdote, e sacerdote era pure un fratello della mamma. È cresciuto, dunque, respirando «i valori evangelici, in un clima di laboriosità serena e fiduciosa».
Entrato giovanissimo in seminario ad Acqui per gli studi medi, ginnasiali e liceali, proseguì a Roma gli studi teologici, conseguendo la licenza in teologia della Pontificia Università Gregoriana. Ordinato sacerdote il 29 giugno 1958 e dopo la laurea in diritto canonico all’Università Gregoriana. Conseguita, ritornò in diocesi insegnando teologia morale e impegnandosi in alcune parrocchie della diocesi. Questa esperienza diretta a contatto con la gente sarà fondamentale per tutta la sua vita sacerdotale. Si laurea anche in Legge all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, insegnando poi teologia morale alla facoltà teologica di Torino, fino al 1976 quando è chiamato a prestare il suo servizio presso la Segreteria di Stato dall’allora sostituto mons. Giovanni Benelli. In Segreteria di Stato resta negli anni successivi, ricoprendo crescenti responsabilità presso la prima sezione (Affari Generali). Il 10 dicembre 1996 è nominato arcivescovo titolare di Sutri, divenendo nunzio apostolico con incarichi speciali ed è ordinato Vescovo il 6 gennaio 1997, nella basilica di San Pietro, Il 23 ottobre 2004 è nominato vice camerlengo di Santa Romana Chiesa. In questa veste collabora con l’allora card. camerlengo Eduardo Martínez Somalo agli adempimenti connessi con il conclave dell’aprile 2005, nel quale viene eletto Benedetto XVI. Mantiene l’incarico fino al 22 gennaio 2011.
Il 6 giugno 2009 diventa pro-patrono del Sovrano Militare Ordine di Malta (Patrono dal 30 novembre 2010, dopo la creazione a cardinale), incarico mantenuto fino a novembre 2014. Ha partecipato al conclave del marzo 2013 che ha eletto Papa Francesco. Benedetto XVI lo ha creato cardinale nel Concistoro del 20 novembre 2010, della Diaconia di Santa Maria Ausiliatrice in via Tuscolana.
Tra le sue pubblicazioni “L’aborto ieri e oggi” (Paideia, 1975) che ricostruisce la storia dell’evoluzione del pensiero cattolico sulla questione.

card-paolo-sardi.jpg

Avvisi della Parrocchia S. Valerio Occimiano

Giovedì 11 Luglio 2019

PARROCCHIA S. VALERIO
OCCIMIANO
********
DOMENICA 7 luglio 2019

* S. Messe nella settimana: (Chiesa Madonna del Rosario)
• Lunedì 8 luglio: ore 18,00
• Martedì 9 luglio: ore 8,30
• Mercoledì 10 luglio: ore 8,30
• Giovedì 11 luglio: ore 8,30
• Venerdì 12 luglio: ore 8,30

* Vespri
• Lunedì 8 luglio (ore 17,45) - segue: S. Messa

* Estate ragazzi: continua con le sue iniziative

* Madonna del Carmelo:
• Al Carmelo Mater Unitatis con Mons. Vescovo (martedì 16 ore 18)
• In parrocchia: lunedì 15 (nella vigilia, ore 18) e martedì 16 (ore 8)
• Proposta della devozione dello scapolare

* Da domenica 30 giugno:
• la S. Messa domenicale è anticipata alle ore 10,30

TELECOMANDO a cura di Gian Paolo Cassano

Giovedì 11 Luglio 2019

È stato definito “The King of Verdi” dal New York Times, collabora con i teatri e le orchestre più prestigiosi del mondo ed oggi è annoverato tra i più grandi direttori d’orchestra della scena mondiale. A luglio Rai Cultura festeggia il maestro Riccardo Muti in occasione del suo 78° compleanno (28 luglio), con un ciclo di concerti che oltre a celebrare il musicista ne evidenziano l’impegno umanitario. L’omaggio andrà in onda su Rai 5 nello spazio “Sabato classica” dal 6 al 27 luglio. Sabato 13 luglio (alle 19.15 su Rai 5) in calendario c’è il concerto “Le vie dell’Amicizia 2016 – Ravenna/Tokyo”, tenuto nel 2016 per celebrare i 150 anni delle relazioni tra Italia e Giappone, in cui Muti dirige l’Orchestra Cherubini unita per l’occasione con la Harusai Festival Orchestra. In programma, avvincenti pagine di Giuseppe Verdi: dalla Sinfonia del “Nabucco”, insieme al toccante pianto corale de “Gli arredi festivi”, all’aria dall’ “Attila” “Mentre gonfiarsi l’anima”, cantata dal possente basso Ildar Abdrazakov, fino agli irresistibili ballabili dal terzo atto del “Macbeth”. Seguono poi la Sinfonia da “La forza del destino” e il coro “Gerusalem Gerusalem” da “I lombardi alla prima crociata”. In chiusura anche una pagina di Arrigo Boito: il prologo dal “Mefistofele”.
SEGNATI DA DIO (Tv 2000, sabato, ore 19): è la serie di documentari, diretti dal regista Luca Trovellesi Cesana, dedicati alle vite di cinque santi: Beata Anna Caterina Emmerick; San Francesco d’Assisi; San Giuseppe da Copertino; Santa Caterina da Siena; Padre Pio. Sin dalle origini, la storia del Cristianesimo è costellata da straordinarie esperienze di persone scelte da Dio per mostrare all’umanità il suo Progetto d’Amore. Donne e uomini che si dedicano completamente al servizio verso gli altri, accettando coraggiosamente anche quelle facoltà sovrannaturali che cambieranno per sempre il corso delle loro esistenze.