Homepage - Scrivi a Don Cassano - Scrivi alla Parrocchia di San Valerio

Morte

OCCIMIANO - (gpc) E’ mancato, alla veneranda età di 94 anni Giorgio Bassignana, per tutti Gino, mancato il 3 agosto. Era una figura caratteristica del paese; non si era mai sposato ed aveva vissuto con il fratello e la sorella (morti entrambi alcuni anni fa). Era un grande appassionato di bocce e la Società Bocciofila lo ricorda come “sempre impeccabile e grande rappresentante di tutta una vita dedita a questo sport”.
Sulle pagine de “Il Nuovo Svegliarino” di Occimiano, nell’edizione natalizia del 2006 - pochi giorni dopo il compleanno (era nato il 13 dicembre 1920) – era stata pubblicata la sua storia di prigioniero di guerra in Africa, tra Tunisia, Algeria e Marocco: prima sotto il comando tedesco e poi delle truppe franco arabe, con un’estenuante marcia di 600 chilometri da Pont-du-Fahs a Costantine, prima di essere trasferito nel famigerato campo di Mechra Benabbou (definito da un soldato ivi sepolto come il “cimitero dei vivi”, tanto era inumano) dove rimase per sei mesi. Gino Bassignana rientrò in Italia solo nel maggio del ‘46, un anno dopo la fine del conflitto mondiale, riprendendo con passione e abilità il mestiere di falegname. Lascia i nipoti Alda, Giuseppe, Luigi e numerosi pronipoti.
gpc

giorgio-bassignana.jpg

I commenti sono disabilitati.