Homepage - Scrivi a Don Cassano - Scrivi alla Parrocchia di San Valerio

Islam

OCCIMIANO – (gpc) Una giornata all’insegna della comprensione e del mutuo rispetto tra cristiani e musulmani. Parlo della Giornata del dialogo islamico cristiano che per la prima volta nella nostra diocesi si è tenuta domenica scorsa 27 ottobre, come un’occasione preziosa perché “tutti i cristiani e musulmani possano essere veri promotori di mutuo rispetto e amicizia.”
Una buona, anzi ottima presenza tra cattolici e musulmani, particolarmente di Occimiano (ma non solo), dove c’è una presenza islamica da quasi 20 anni con una comunità macedoni che si è ben inserita nel territorio.
Lo ha anche rilevato in un breve intervento Bekim Dijelili (a nome dei musulmani macedoni occimianesi) evidenziando la possibilità di ritrovarsi giornalmente quest’estate per pregare insieme durante il mese di Ramadan.
L’incontro che si è tenuto presso il Salone parrocchiale è per un certo verso un momento storico nella concreta esperienza del nostro territorio, spazio forte e significativo di buon auspicio per un sempre più positivo commino di conoscenza reciproca.
Due sono stati i momenti significativi dell’incontro. In una prima parte c’è stato un confronto a due voci (islamica e cristiana) con un breve dibattito, cui è seguito un momento di condivisione fatto con semplicità e con il contributo un po’ di tutti.
Nella prima parte sono intervenuti Yacub Frasson (membro del Centro islamico casalese e della Sezione islamica italiana) e Marco Omar Aldrigo (presidente della Sezione Islamica italiana) che hanno presentato l’attività del Centro (che ha sede in via Vecchia Vercelli) ed una riflessione sul Tawid, cioè il monoteismo, nella Signoria di Dio, nell’unicità del culto e dei nomi e dell’Altissimo.
Un saluto è stato portato anche dal presidente del Centro culturale islamico casalese Abdel Aziz Echakari
Successivamente il sottoscritto(come delegato per il dialogo interreligioso) ha evidenziato il tema del dialogo rifacendosi soprattutto all’insegnamento del Papa ed al suo Messaggio per la fine del Ramadan di quest’anno dove ha evidenziato il senso del mutuo rispetto che trova nel dialogo il suo ambito vitale.
Un prossimo appuntamento per il dialogo sarà la tavola rotonda che la Sezione islamica italiana con il Centro culturale islamico organizza venerdì 22 novembre, alle 21, presso l’Auditorium S. Chiara sul tema “La famiglia ed il suo ruolo”, in cui ci si confronterà anche sulla visione familiare in ambito islamico e cattolico.
gpc

islam3_r.jpg

islam4.jpg

I commenti sono disabilitati.