Homepage - Scrivi a Don Cassano - Scrivi alla Parrocchia di San Valerio

Festa patronale di san Valerio

OCCIMIANO – La festa patronale di san Valerio è sempre un punto di riferimento per tutta la comunità. Così è stato mercoledì 22 gennaio, con al S. Messa solenne presieduta per l’occasione da mons. Dino Negro (prevosto della Cattedrale di Alba e rettore del Seminario). In tale occasione è stata data la “Spiga d’argento 2020″ ad Antonino Arceri: è il premio che la Parrocchia assegna ogni anno per mettere in evidenza la disponibilità al servizio ecclesiale e alla testimonianza del Vangelo. Antonino è artigiano con un suo laboratorio di calzature a Valenza, ma è soprattutto da alcuni anni il fedelissimo sacrestano. Così è stato durante la Festa patronale di San Valerio (che corrisponde anche al diciannovesimo anniversario di ingresso in parrocchia del sottoscritto).
In passato la “Spiga d’argento” era stata assegnata a: mons. Germano Zaccheo, Dino Olivieri, Mariuccia Figazzolo, Livia Ercole Anarratone, Suore Figlie di Maria Ausiliatrice, diacono don Luigino Ghezzi, Carla Cattana e Lucia Imetti Aceto, Anna Imetti Bianco, Giovanna Cia Varzi, Wilma Andreone Debernardi, Anna Maria Figazzolo e Anna Barbano Andreone, can. Giuseppe Unia, Antonietta Cuntè Cassano, Simone Prendin, Elide Cristofoletto Cappa, Marianna Acampora, Emanuela Aceto.
La festa patronale rappresenta un momento molto importante nella vita delle comunità parrocchiale e civica, evidenziato anche dalla presenza delle autorità civili e militari e da una rappresentanza dei Cavalieri dell’Ordine dei S.S. Maurizio e Lazzaro (con il vicario per la provincia Alessandro Medici).
Già nei giorni precedenti ci si era preparati con il triduo di preghiera in cui si era anche unita la dimensione della preghiera ecumenica e nella vigilia (martedì 21), con la processione dall’antico San Valerio (presso la Casa di riposo), fino alla Chiesa parrocchiale, dove sono stati cantati solennemente i Primi vespri. Mercoledì 22 la Chiesa parrocchiale era particolarmente gremita, insieme agli “araldi di san Valerio” (i bambini che fanno la Prima Comunione) con un vestito rosso, a ricordo il sangue del martire, capaci di raccogliere l’eredità del santo patrono nell’annunciare e testimoniare il vangelo ed i giovani della leva del 2002, nell’anno delle loro maturità. Ottima l’esecuzione del Coro parrocchiale, diretto dalla prof.sa Anna Maria Figazzolo, eseguendo tra l’altro l’inno ufficiale a san Valerio (musicato dalla compianta m.a Maria Signorini), il servizio liturgico (coordinato da Andrea Bonzano), nonché gli addobbi (coordinati da Anna Imetti), insieme a tanti collaboratori. E’ stata poi l’occasione per la benedizione delle spighe (che ha visto una particolare generosità nella preparazione da parte di alcune mamme), biscotti a forma di spiga di grano, che vogliono anche ricordare il miracolo della scoperta del corpo del Santo in un campo biondeggiante di spighe in pieno inverno. Si è rinnovato, inoltre, l’appuntamento degli artisti con san Valerio, con la benedizione delle nuove opere di Elena Bertelle, Isabella Bocchio, Laura Rossi che vanno ad arricchire la “Galleria di San Valerio” (allestita con la guida di Pier Giorgio Panelli, direttore artistico della Galleria) che nel corridoio della sacrestia raccoglie le opere (una settantina) degli artisti che anno dopo anno hanno interpretato la figura del S. Patrono.
C’è stata poi l’offerta dei primi germi di grano, da parte dei bambini, in onore del Santo, che poi continueranno a curare in vista delle loro crescita e maturazione.
E poi continuando le serie delle “Collezioni degli occimianesi”, l’esposizione degli strumenti musicali in miniatura, raccolti con pazienza da Andrea Bonzano; si vogliono così sottolineare, nell’occasione del S. Patrono, alcune particolarità e “ricchezze” occimianesi. E per concludere il rinfresco preparato dalla Pro Loco (che riprende l’antica tradizione della “Cena di San Valerio”) che avrà una sua appendice nel pranzo di domenica 26 (ore 12,30, alla Villa dei marchesi Da Passano) a base di bollito misto (costo € 20, prenotando presso Simone: 3396931508, ore serali).

I commenti sono disabilitati.