Homepage - Scrivi a Don Cassano - Scrivi alla Parrocchia di San Valerio

Archivio di Luglio 2020

Avvisi della Parrocchia S. Valerio Occimiano

Mercoledì 29 Luglio 2020

PARROCCHIA S. VALERIO
OCCIMIANO
********
DOMENICA 26 luglio 2020

* S. Messe nella settimana: (Chiesa Madonna del Rosario)
• Lunedì 27 luglio: ore 8,30
• Martedì 28 luglio: ore 8,30
• Mercoledì 29 luglio: ore 8,30
• Giovedì 30 luglio: ore 8,30
• Venerdì 31 luglio: ore 8,30

* Domenica 26 luglio :
• Battesimo Emma Maria Patrucco (ore 16,30)

* Confessioni:
• Riprende ogni sabato la possibilità di Confessarsi (dopo la Messa, nel Confessionale)

* Indulgenza della Porziuncola o del Perdono d ‘Assisi:
• Dal Mezzogiorno del 1 agosto a tutto il 2 agosto: visitando la Chiesa Parrocchiale (o una Chiesa Francescana) dicendo il Padre Nostro ed il Credo; Pregando secondo le intenzioni del Papa (Padre Nostro, Ave Maria, Gloria)
• Comunione e confessione (entro 8-10 giorni)

* Devozione delle “tre Ave Maria”
• In questa settimana offriamo la 3° Ave Maria “possiamo vivere i tre messaggi evangelici: la compassione, la condivisione e l’Eucaristia.”

* S.Messe festive:
• A Rivalba: domenica, ore 11,30
• A Bozzole: alternativamente sabato o domenica (oggi 18 luglio), ore 18,15

LA CHIESA NEL MONDO Le notizie ecclesiali della settimana a cura di Gian Paolo Cassano

Mercoledì 29 Luglio 2020

DOCUMENTO SULLA PARROCCHIA
CITTA’ DEL VATICANO - E’ stato pubblicato lo scorso 20 luglio l’Istruzione “La conversione pastorale della comunità parrocchiale al servizio della missione evangelizzatrice della Chiesa”, redatta dalla Congregazione per il Clero. In essa sono affrontati i diversi progetti di riforma delle parrocchie, tra carenza di vocazioni e rinnovato impegno dei laici nell’annuncio. Composta di undici capitoli, l’Istruzione si potrebbe dividere in due macro-aree: la prima (cap.1-6) offre una riflessione ampia sulla conversione pastorale, il senso missionario e il valore della parrocchia nel contesto contemporaneo; la seconda (cap. 7-11), invece, si sofferma sulle ripartizioni delle comunità parrocchiali, i diversi ruoli in esse presenti e le modalità di applicazione delle relative norme.
RIAPRE LA CATTEDRALE
ALEPPO – Ha riaperto lo scorso 20 luglio (festa liturgica di S. Elia) la Cattedrale di Aleppo dedicata al S. Profeta. Privata del culto e della presenza dei fedeli da otto anni, torna a risplendere in Siria la cattedrale maronita edificata nel 1873 nel quartiere Al Jdeydeh. Riaperta e consacrata grazie alla solidarietà, soprattutto della fondazione pontificia Aiuto alla Chiesa che Soffre (Acs) tra i maggiori finanziatori del progetto.
MADRE DEI DIMENTICATI
KARACI - Grande dolore in Pakistan per la morte di suor Ruth Lewis, che ha dedicato la sua vita al centro per bambini disabili “Darul Sukoon”. La religiosa della Congregazione delle Missionarie Francescane di Cristo Re è morta il 20 luglio di Covid-19, nell’ospedale “Agha Khan” della capitale pakistana, dove era stata ricoverata l’8 luglio, dopo essere risultata positiva al virus contratto nello stesso centro, in cui sono stati contagiati 21 bambini.
VESCOVI FRANCESI
PARIGI - Si oppongono fortemente i presuli di Francia al provvedimento che andrà in discussione all’Assemblea nazionale e che tra l’altro prevede la possibilità di estendere l’accesso alla procreazione medicalmente assistita alle coppie di donne e alle donne single. La legge sulla bioetica è “ingiusta e iniqua”, perché, tra le altre cose, discrimina tra bambini che hanno un padre e bambini che non vedranno riconosciuto questo diritto fondamentale. la fecondazione in vitro dell’ovulo.
ETICA DEL RISCHIO
CITTA’ DEL VATICANO - “L’Humana communitas nell’era della pandemia. Riflessioni inattuali sulla rinascita della vita”: è il nuovo documento della Pontificia Accademia per la Vita (Pav) sulle conseguenze della crisi sanitaria provocata dal coronavirus. Sviluppare un’etica del rischio, attuare la cooperazione internazionale e promuovere una solidarietà responsabile: sono questi i principi-chiave contenuti nel documento dedicato all’emergenza globale conseguente al virus Covid-19. Il testo è stato presentato dal suo presidente mons. Paglia lo scorso 22 luglio.
PACE IN CAMERUN
YAOUNDE’ - La Chiesa Cattolica rivolge un appello accorato alla riconciliazione e alla fine dello scontro che nel Paese africano oppone, da circa quatto anni, governo e milizie separatiste anglofone. La Chiesa continua a incoraggiare il dialogo e la ricerca di negoziato che sostituisca definitivamente le armi
VANDALISMO CONTRO SIMBOLI CATTOLICI
WASHINGTON - Chiese incendiate, statue di Cristo e della Vergine Maria vandalizzate o decapitate: crescono, negli Stati Uniti, gli episodi di danneggiamento contro luoghi e simboli del cattolicesimo. “Che si tratti di gesti compiuti da singoli individui tormentati che gridano aiuto o da agenti di odio che cercano di intimidire – scrivono in una nota mons. Thomas G. Wenski e mons. Paul S. Coakley, presidenti rispettivamente del Comitato episcopale per la libertà religiosa e del Comitato per la giustizia interna e lo sviluppo umano - questi attacchi sono il segno di una società che ha bisogno di guarigione”.
CEI: POST COVID
ROMA- In una lettera ai vescovi (diffusa il 23 luglio), la Presidenza della Conferenza episcopale italiana getta le basi per nuove forme di presenza ecclesiale, rinnova il suo grazie ai tanti che si sono impegnati in tempo di pandemia per far sentire la vicinanza della Chiesa e disegna il futuro con il maggiore coinvolgimento di genitori, giovani e adulti. L’invito chiaro è quello di lavorare insieme anche a tutti coloro (sacerdoti e catechisti) che hanno sperimentato forme nuove di vicinanza, mantenendo “i contatti con le persone, in particolare i ragazzi e le loro famiglie, ricorrendo ampiamente all’uso dei mezzi digitali”.
CAMPAGNA AMAZZONIA
BRASILIA - “Amazzonizza te stesso!” è il titolo della campagna in favore dell’Amazzonia che la Conferenza episcopale del Brasile (Cnbb) che è stata lanciata il 27 luglio alle ore 16.00 locali. La presentazione in diretta streaming sul web ha visto la collaborazione di diversi organismi ecclesiali e civili. Si tratta di un appello per partecipare attivamente alla salvaguardia dell’Amazzonia dove si sono intensificati, in tempo di pandemia, le attività estrattive, i roghi e la deforestazione.
REK SUNDAY
MAYO - Nell’ultima domenica di luglio il tradizionale pellegrinaggio dei cattolici irlandesi sulla montagna di Croagh Patrick, a causa delle misure sanitarie restrittive, è stato sostituito da una celebrazione eucaristica, che si è tenuta ieri sera, sabato, nella Chiesa di Santa Maria nella Contea di Mayo. Al centro della riflessione dell’arcivescovo di Tuam monsignor Michael Neary, la prospettiva positiva che può emergere dall’esperienza improvvisa della pandemia.

mons-paglia.jpeg

Isole ecologiche

Mercoledì 29 Luglio 2020

OCCIMIANO (gpc) - “Abbiamo superato insieme i mesi dell’emergenza sanitaria, dimostrando responsabilità, comprensione, senso di appartenenza alla comunità. Siamo stati attenti, partecipi e solidali: allora perchè adesso dobbiamo assistere a dimostrazioni di inciviltà così deprimenti?” Inizia così l’amaro sfogo dell’Amministrazione comunale su Facebook, riferendosi a quanto sta avvenendo nelle ultime settimane nelle isole ecologiche collocate nel paese. “Siamo sempre noi – continua l’intervento su facebook - che amiamo il nostro paese, che desideriamo essere un esempio per i nostri figli, lasciando loro un ambiente vivibile e accogliente, che conosciamo le regole e le opportunità offerte dai servizi. Allora perchè…?” La raccolta degli ingombranti è fissata ogni terzo mercoledì del mese, mentre i cassonetti di carta, plastica e vetro sono sempre a disposizione, inserendo all’interno i rifiuti separati correttamente. “I nostri cantonieri impiegano ore di lavoro per ripulire le isole ecologiche - precisa il sindaco Valeria Olivieri - sottraendo tempo ed energie ad altri servizi utili alla comunità.A breve saranno dotate di sistemi di videosorveglianza: prendiamo questa decisione con rammarico, per le azioni scellerate di pochi che trasformano un servizio efficiente in un disservizio e nei confronti dei quali saranno applicate le sanzioni previste”. E ancora: “I conferimenti errati pesano negativamente sulla percentuale di raccolta differenziata, penalizzando l’intera comunità”. Il Comune è impegnato nel perseguire il rispetto per l’ambiente e la diffusione delle buone pratiche, anche attraverso l’attività del Consiglio Comunale dei Ragazzi e dei Bambini.

isole-ecologiche.jpg

“Estate ragazzi 2020”.

Mercoledì 29 Luglio 2020

OCCIMIANO – (gpc) Si avvia alla conclusione l’esperienza di “Estate ragazzi 2020”, segnata dalle particolari norme dell’era covid. La settimana scorsa don Franco (prezioso aiuto per don Gian Paolo) ha celebrato la S.Messa in Oratorio e si è reso disponibile per le confessioni. Mercoledì 22 luglio c’è stata poi la gita a Baveno, all’Aquadventure Park, il primo parco avventura nato sulle rive del Lago Maggiore, un modo unico ed emozionante per vivere a contatto con la natura immersi …
Durante la mattinata bambini e ragazzi si sono impegnati in arrampicate, hanno affrontato i ponti sospesi e giocato sui tappeti elastici. Nel pomeriggio, dopo aver giocato sulla sabbia, non sono mancati i bagni e i tuffi in piscina oltre ai divertentissimi scivoli.

parco-avventura-1.jpg
parco-avventura-3.jpg

“Come si fa ? Ti aiutiamo noi!

Mercoledì 29 Luglio 2020

OCCIMIANO – (gpc) “Come si fa ? Ti aiutiamo noi!” E’ lo slogan che riassume l’iniziativa che la Biblioteca civica “m.o Angelo Debernardis” propone per aiutare tutti coloro che avessero poca dimestichezza con computer, social network, telefonini, app….. che, a partire dal 30 luglio viene offerto settimanalmente, al venerdì negli orari di apertura della Biblioteca (dalle 18 alle 19).
Accanto ai volontari che si alternano nell’apertura della biblioteca si affiancherà la giovane Valentina Cuppari, disponibile a spiegare i segreti della tecnologia a chiunque ne avesse bisogno. E’ un servizio totalmente gratuito, che non richiede alcuna iscrizione e che si pensa possa continuare anche dopo l’estate.

“Lezioni di teodicea: Dio, il male e il dolore innocente”.

Mercoledì 29 Luglio 2020

STRESA - (gpc) Si terrà in videoconferenza su piattaforma WEBEX, ed in diretta streaming su Facebook, la 21° edizione dei Simposi Rosminiani sul tema “Lezioni di teodicea: Dio, il male e il dolore innocente”, dal 25 al 28 agosto, alle ore 18,00.
Infatti la pandemia ha reso impossibile tenere il Simposio come ogni anno facendoci vivere una situazione mai sperimentata prima. Tale contingenza non esime (anzi sprona) a riflettere sulla tema della teodicea, ovvero sul rapporto di Dio con il mistero della sofferenza e del dolore innocente. Per questo vengono proposte 4 Lezioni di Teodicea aperte a tutti.
La partecipazione ai lavori è libera e gratuita; se ne raccomanda però l’iscrizione, inviando una mail all’indirizzo: segreteria “Simposi Rosminiani” simposi.rosminiani@rosmini.it
Ad ogni sessione saranno ammessi alla diretta WEBEX un massimo di 100 persone al link: https://lorizio.my.webex.com/meet/lorizio.
Gli altri potranno seguire l’evento tramite diretta streaming Facebook sulle pagine: Centro internazionale di studi rosminiani – Stresa http://www.facebook.com/centrostudirosmini; Cattedra di Teologia Fondamentale Pontificia Università Lateranense www.facebook.com/PensareLaFede.
Le iscrizioni dovranno pervenire entro e non oltre il 10 agosto 2020.
È previsto un attestato di frequenza per coloro che parteciperanno a tutte le lezioni su Webex.

esame-di-giobbe-logo-videconferenza-rosminiana.jpg

UN LIBRO PER TE a cura di Gian Paolo Cassano

Mercoledì 29 Luglio 2020

IL LIBRO
LEONARDO SAPIENZA, Prete con la penna. L’avventura di don Alessandro Pronzato, Milano, Gribaudi, 2020, pp. 158, € 13,00
LEONARDO SAPIENZA, Il prete e la gioia, Cinisello Balsamo (MI), San Paolo, 2019, pp.304, € 17,00
Sono passati quasi due anni dalla morte di don Alessandro Pronzato, ma il fecondo scrittore monferrino continua a far parlare di sé. Segnalo infatti due libri che mettono in evidenza lo straordinario carisma di don Alessandro Pronzato un “prete con la penna”, come lo definisce il suo biografo mons. Leonardo Sapienza, religioso rogazionista, rettore della casa pontificia, suo amico da moltissimi anni e altrettanto fine scrittore nel primo libro citato (edito da Gribaudi, che ha pubblicato quasi tutti i suoi libri). Don Pronzato ha fatto proprio il ministero dello scrivere. Scrittore finissimo e assi proficuo, è stato autore di oltre centotrenta opere tradotte in varie lingue. Giornalista vivacissimo, predicatore e conferenziere ricercato, ha collaborato a diversi giornali, riviste e rubriche radiofoniche. Amava molto anche dare voci ai personaggi più insoliti, per lui il messaggio evangelico passava anche da cose e personaggi quotidiani. Fu il Vescovo di Casale che lo ordinò sacerdote mons. Giuseppe Angrisani ad incoraggiarlo a scrivere. Tra i suoi numerosi lettori c’era anche Papa Paolo VI e papa Francesco che leggeva i libri di don Sandro quando era cardinale in Argentina. Più volte gli scrisse e lo accolse a Roma in visita privata, sostenendo con affetto il suo “ministero sacerdotale con la penna”, tanto da cogliere l’occasione per fare dono dei suoi libri a Fidel Castro nel corso del suo storico viaggio a Cuba.
P. Sapienza è autore anche dell’altro volume (questa volta edito da San Paolo) che ha pubblicato ordinando la grande quantità di scritti e semplici abbozzi. Un libro sul prete e la gioia, che don Sandro aveva in animo da tempo di scrivere, una serie di riflessioni, da cui emerge come filo conduttore che la vocazione sacerdotale è essenzialmente chiamata alla gioia, che i sacerdoti devono testimoniare con il loro ministero e soprattutto con la loro vita. Il dovere della gioia cristiana per i sacerdoti diventa gioia ministeriale.

LA CLASSIFICA
1. F.ROSINI, L’arte di guarire, Cinisello Balsamo (MI), San Paolo, pp. 336 (€ 16) =
2. L.M. EPICOCO, Stabili e credibili, Milano, Paoline, pp. 144 (€ 12)▲
3. A. CAMILLERI, Riccardino, Sellerio, pp. 292 (€ 15) ▲
4. L.C. DOUGLAS, La tunica, Castelvecchi Itaca, pp. 576 (€ 14) ▲
5. L.M. EPICOCO – S. GAETA, La speranza non è morta, Cinisello Balsamo (MI), San Paolo, pp. 160 (€ 12) =

pretecon-la-penna.jpg
il-prete-e-la-gioia.jpg

NESSUNO NE PARLA (O QUASI) news quasi sconosciute a cura di Gian Paolo Cassano

Mercoledì 29 Luglio 2020

REHADI (INDIA) - Una donna cristiana è stata uccisa lo scorso 19 luglio. E’ la quinta vittima in due mesi e tutto ciò preoccupa molto la Chiesa indiana. Suman Munda, una donna di 25 anni, che era stata molestata da fanatici indù dopo la conversione al cristianesimo, è stata trovata morta a Redhadi, un villaggio del distretto di Khunti, nello Stato di Jharkhand. “È motivo di grave preoccupazione - ha detto mons. Binay Kandulna, vescovo di Khunti ad UCA News - perché lo Stato ha assistito all’uccisione di un uomo cristiano solo il mese scorso nello stesso distretto .Condanniamo l’omicidio e ci appelliamo all’amministrazione affinché prenda provvedimenti severi contro i colpevoli.”
Un pastore locale, che ha chiesto l’anonimato, ha riferito all’International Christian Concern, (organizzazione interconfessionale per i diritti umani che si dedica ad assistere i cristiani in tutto il mondo), che Munda si era convertita al cristianesimo sei anni fa e i nazionalisti radicali indù, essendone venuti a conoscenza, avevano iniziato a tormentarla, con il sospetto che sia opera di un gruppo di fanatici indù; per questo i cristiani sono al momento spaventati.
Nabore Ekka, presidente del Jharkhand Adivasi Sangharsh Morcha, ha spiegato sempre ad UCA News che “il Jharkhand non è mai stato testimone di un tale odio in passato, ma ora viene riportato abbastanza spesso, quindi tutti noi dovremmo prendere la questione sul serio e pensare insieme a come affrontare la questione”.
Persecution Relief, un forum ecumenico che sostiene i cristiani perseguitati in India, ha registrato, nel 2019, 527 casi di persecuzione cristiana rispetto ai 447 del 2018, 440 del 2017 e 330 del 2016, e 293 casi nella prima metà del 2020. Tra gennaio 2016 e giugno 2020 sono 2.067, dunque, i crimini ispirati dall’odio contro i cristiani in India.

LA PAROLA DI PAPA FRANCESCO a cura di Gian Paolo Cassano

Mercoledì 29 Luglio 2020

Domenica 26 luglio, all’Angelus, il Papa commentando le parabole del tesoro nascosto nel campo e della perla preziosa, ha parlato della gioia di scoprire un senso per la propria vita, attraverso strade nuove che “ci portano ad amare Dio, amare gli altri e amare veramente noi stessi”.
E’ l’invito a diventate “cercatori sanamente inquieti del Regno dei cieli”, abbandonando le nostre sicurezze mondane per percorrere le strade nuove dell’amore
Ora il tesoro e la perla sono una rappresentazione del Regno dei cieli, e l’uomo e il mercante che li trovano, “vendono tutto per acquistare ciò che ormai sta loro più a cuore”.
“Con queste due similitudini, Gesù si propone di coinvolgerci nella costruzione del Regno dei cieli, presentando una caratteristica essenziale, della vita cristiana e del Regno dei cieli: aderiscono pienamente al Regno coloro che sono disposti a giocarsi tutto, sono coraggiosi!”
Ora “la costruzione del Regno esige non solo la grazia di Dio, ma anche la disponibilità attiva”, perché se “la grazia fa tutto”, ci vuole però “la nostra disponibilità a riceverla” che si può cogliere nei “gesti decisi e radicali” di chi ha trovato il tesoro o le perla, “compiuti con gioia”. Così anche noi “siamo chiamati ad assumere l’atteggiamento di questi due personaggi evangelici, diventando anche noi cercatori sanamente inquieti del Regno dei cieli.”
Significa “abbandonare il fardello pesante delle nostre sicurezze mondane che ci impediscono la ricerca e la costruzione del Regno: la bramosia di possedere, la sete di guadagno e di potere, il pensare solo a noi stessi”. Oggi alcune vite possono sembrare mediocri e spente “perché probabilmente non sono andati alla ricerca di un vero tesoro: si sono accontentati di cose attraenti ma effimere, di bagliori luccicanti ma illusori perché lasciano poi al buio. Invece la luce del Regno non è fuoco di artificio, è luce: il fuoco di artificio dura soltanto un istante, la luce del Regno ti accompagna tutta la vita.”
Il Regno dei cieli “è il contrario delle cose superflue che offre il mondo” e “di una vita banale”. E’ “un tesoro che rinnova la vita tutti i giorni e la dilata verso orizzonti più vasti”. Chi lo ha trovato, infatti, “ha un cuore creativo e cercatore, che non ripete ma inventa, tracciando e percorrendo strade nuove, che ci portano ad amare Dio”. Infatti “Gesù, lui che è il tesoro nascosto e la perla di grande valore, non può che suscitare la gioia, tutta la gioia del mondo: la gioia di scoprire un senso per la propria vita, la gioia di sentirla impegnata nell’avventura della santità.”

TELECOMANDO a cura di Gian Paolo Cassano

Mercoledì 29 Luglio 2020

“UNA STORIA DA CANTARE”. E’ l’appuntamento serale di Rai uno nei sabati di agosto (ore 21,30)., per celebrare alcuni artisti che sapevano guardare il mondo con occhi diversi e descriverlo con straordinaria creatività e poesia: Adriano Celentano (sabato 1 agosto), Lucio Battisti (8 agosto), Lucio Dalla (15 agosto), Mina (22 agosto). Nel ruolo di narratore, il cantautore Enrico Ruggeri, conduttore e “storyteller”, che con Bianca Guaccero prova a mettere insieme parole e note, aneddoti e curiosità, filmati e testimonianze, canzoni e momenti memorabili, per raccontare una storia musicale che appartiene a tutti noi. In ogni puntata big e giovani cantautori interpreteranno dal vivo i più bei brani di questi grandi interpreti della canzone italiana. Insieme a loro, amici, attori e personaggi dello spettacolo racconteranno il loro rapporto esclusivo con questi artisti e le loro canzoni.
Tv 2000 dedica il lunedì alle tematiche religiose. Nel mese di agosto in prima serata (ore 21,10) sono programmati i film: ‘Davide e Golia’ (3 agosto), ‘ Fratello sole e sorella luna’ (10 agosto), ‘La Tunica’ (17 agosto), ‘I gladiatori’ (24 agosto), ‘Le chiavi del Paradiso’ (31 agosto). In seconda serata sono proposti alcuni interessanti documentari: ‘Caro Montini’ (3 agosto), Una sola moltitudine (10 agosto), ‘ Laura una vita straordinaria’ (17 agosto), ‘Essere fuoco’ (24 agosto), ‘Erisilio Tonini- i media come pulpito’ (31 agosto).