Homepage - Scrivi a Don Cassano - Scrivi alla Parrocchia di San Valerio

Archivio di Novembre 2014

Avvisi PARROCCHIA S.VALERIO OCCIMIANO

Sabato 29 Novembre 2014

******** DOMENICA 23 novembre 2014

* S. Messe in settimana
Lunedì 24 novembre: ore 18,00
Martedì 25 novembre: ore 15,00 (esequie def. Maria Veggiotti Solidoro)
Mercoledì 26 novembre: ore 18,00
Giovedì 27 novembre: ore 18,00
Venerdì 28 novembre: ore 18,00

* Domenica 23 novembre:
Festa della musica – S. Cecilia (ore 10,00)

* Domenica 30 novembre:
Inizia il tempo di Avvento
Sabato 29 novembre: Veglia Avvento (Cattedrale, ore 21)

* Venerdì 28 novembre
Incontro catechiste (Canonica, ore 18,30)

* Campagna Abbonamenti
La Vita Casalese: Abbonamento annuo: € 55,00
Sosteniamo il giornale dalla nostra diocesi, il nostro giornale !
Avvenire: a disposizione alla domenica (€ 1,40)

Telecomando

Sabato 29 Novembre 2014

TELECOMANDO
a cura di Gian Paolo Cassano

“AR” è la nuova rubrica di RaiNews24 dedicata all’Arte (in onda ogni sabato alle ore 13.50 e 18.50 e ogni domenica alle ore 10.50 e 17.50); esplora i grandi capolavori dell’arte italiana rivelando segreti, svelando enigmi e raccontando storie poco note, per dare una visione moderna e accattivante dello straordinario patrimonio culturale del Bel Paese.
“Il Mondo Insieme”. E’ questo il nuovo programma di viaggi e non solo… condotto, con la solita bravura e simpatia, da Licia Colò. Va in onda ogni domenica, su Tv 2000, a partire dal 7 dicembre (dalle ore 15 alle ore 18). Licia Colò accompagnerà i telespettatori da una parte all’altra del globo, alla scoperta di angoli remoti del pianeta, senza però trascurare le bellezze artistiche e paesaggistiche del nostro Paese. Una trasmissione capace, come nella tradizione della conduttrice, di far conoscere insolite mete e località da sogno ma anche di far capire meglio le culture e le tradizioni di un mondo in continuo cambiamento; tutto questo grazie anche alle persone che con passione e amore, spesso nell’anonimato, lo osservano, lo vivono e lo raccontano.

Nel corso di ogni puntata, oltre alle emozioni regalate dai suggestivi filmati realizzati in giro per il Pianeta, i telespettatori potranno condividere le esperienze dei numerosi ospiti che si alterneranno in studio: viaggiatori, persone speciali, gente comune ma anche biologi, antropologi e artisti internazionali racconteranno a Licia Colò una parte di “mondo” che hanno scoperto e, a volte, che vogliono contribuire a migliorare.
Il programma, come suggerisce anche il titolo, vuole diventare anche un vero luogo d’incontro, di aggregazione, di scoperta ma soprattutto di partecipazione. I telespettatori, infatti, potranno interagire in ogni momento, attraverso i principali social network, con domande agli ospiti o l’invio di foto e filmati in grado di testimoniare aspetti interessanti, spettacolari e inediti dei Paesi in cui si trovano o che hanno visitato nel corso dei loro viaggi.
Dal 28 al 30 novembre il Papa va come pellegrino in Turchia. Sarà possibile seguirne il viaggio con collegamenti in diretta e servizi, sia su TV2000, sia su Tele Pace, sia su Rai uno.
Gian Paolo Cassano

La Parola di Papa Francesco

Sabato 29 Novembre 2014

LA PAROLA DI PAPA FRANCESCO
a cura di Gian Paolo Cassano

La santità, un cammino aperto a tutti; ne ha riflettuto il Pontefice, nel corso dell’udienza generale di mercoledì 19 novembre. La santità non è mai una questione di nicchie sugli altari e nuvole di incenso, perché i santi sono donne e uomini con le maniche rimboccate e la schiena piegata verso i più poveri dei poveri.
“Ogni stato di vita porta alla santità” e santo lo può diventare chiunque e lo si può diventare dovunque, come ben insegna il Concilio Vaticano, parlando della santità come una “vocazione universale” e non “riservata soltanto a coloro che hanno la possibilità di staccarsi dalle faccende ordinarie, per dedicarsi esclusivamente alla preghiera”. Si diventa santi “vivendo con amore e offrendo la propria testimonianza cristiana nelle occupazioni di ogni giorno”.
Sei consacrato ? Vivi “con gioia la tua donazione”. Sei sposato? “Sii santo amando e prendendoti cura di tuo marito o di tua moglie” come Gesù “ha fatto con la Chiesa”. Ognuno deve sentirsi coinvolto: “lì dove tu lavori tu puoi diventare santo. Dio ti dà la grazia di diventare santo. Dio si comunica a te. Sempre in ogni posto si può diventare santo, cioè ci si può aprire a questa grazia che ci lavora dentro e ci porta alla santità”.
La santità “è il volto più bello della Chiesa”, perché ci chiama “a condividere la sua gioia, a vivere e a offrire con gioia ogni momento della nostra vita, facendolo diventare allo stesso tempo un dono d’amore per le persone che ci stanno accanto”. Ciò vuol dire che non si tratta di compiere un atto grandioso in circostanze straordinarie, ma è il piccolo gesto di tutti i giorni fatto con amore. Come ad esempio, ascoltare il figlio, seppure stanchi da lavoro: “tu ti accomodi, lo ascolti con pazienza: questo è un passo verso la santità. Poi, finisce la giornata, siamo tutti stanchi, ma c’è la preghiera. Facciamo la preghiera: anche questo è un passo verso la santità”. Su questi gesti Dio si innesta con la sua “grazia” perché la santità è sempre un suo “dono” e non è mai un percorso che si fa “da soli”, “ma si percorre insieme in quell’unico corpo che è la Chiesa”.
Ha poi anche espresso la preoccupazione per “l’allarmante aumento della tensione a Gerusalemme e in altre zone della Terra Santa, con episodi inaccettabili di violenza “che non risparmiano neanche i luoghi di culto”, invitando a prendere “decisioni coraggiose per la riconciliazione e la pace. Costruire la pace è difficile, ma vivere senza pace è un tormento!”
Domenica 23 novembre ha presieduto in piazza San Pietro la S. Messa con rito di canonizzazione degli italiani Giovanni Antonio Farina, Ludovico da Casoria, Nicola da Longobardi, Amato Ronconi e degli indiani Kuriakose Elias Chavara della Sacra Famiglia ed Eufrasia Eluvathingal del S. Cuore.
Sono modelli che, “proprio mediante le opere di una generosa dedizione a Dio e ai fratelli, hanno servito, ognuno nel proprio ambito, il regno di Dio e ne sono diventati eredi”. Ognuno di loro “ha risposto con straordinaria creatività al comandamento dell’amore di Dio e del prossimo. Si sono dedicati senza risparmio al servizio degli ultimi, assistendo indigenti, ammalati, anziani, pellegrini. La loro predilezione per i piccoli e i poveri era il riflesso e la misura dell’amore incondizionato a Dio.” Riferendosi alla solennità di Cristo Re, ha ricordato come Gesù non sia “un re alla maniera di questo mondo: per Lui regnare non è comandare, ma obbedire al Padre, consegnarsi a Lui, perché si compia il suo disegno d’amore e di salvezza. Così c’è piena reciprocità tra il Padre e il Figlio. Dunque il tempo del regno di Cristo è il lungo tempo della sottomissione di tutto al Figlio e della consegna di tutto al Padre”. Il Vangelo “ci ricorda che la vicinanza e la tenerezza sono la regola di vita anche per noi”, e su questo saremo giudicati: questo “sarà il protocollo del nostro giudizio”. Infatti “alla sera della vita saremo giudicati sull’amore, sulla prossimità e sulla tenerezza verso i fratelli. Da questo dipenderà il nostro ingresso o meno nel regno di Dio, la nostra collocazione dall’una o dall’altra parte. Gesù, con la sua vittoria, ci ha aperto il suo regno, ma sta a ciascuno di noi entrarvi, già a partire da questa vita - il regno incomincia adesso - facendoci concretamente prossimo al fratello che chiede pane, vestito, accoglienza, solidarietà, catechesi. E se veramente ameremo quel fratello o quella sorella, saremo spinti a condividere con lui o con lei ciò che abbiamo di più prezioso, cioè Gesù stesso e il suo Vangelo”.
All’Angelus il Papa si è soffermato sull’esempio dei quattro Santi italiani, nati in provincia di Vicenza, Napoli, Cosenza e Rimini, perché “aiuti il caro popolo italiano a ravvivare lo spirito di collaborazione e di concordia per il bene comune e a guardare con speranza al futuro, in unità, confidando nella vicinanza di Dio che mai abbandona, anche nei momenti difficili”.
Così, per l’intercessione dei due Santi indiani, provenienti dal Kerala, “grande terra di fede e di vocazioni sacerdotali e religiose” Dio “conceda un nuovo impulso missionario alla Chiesa che è in India - che è tanto brava - affinché ispirandosi al loro esempio di concordia e di riconciliazione, i cristiani dell’India proseguano nel cammino della solidarietà e della convivenza fraterna”.
Gian Paolo Cassano

Santa Cecilia

Sabato 29 Novembre 2014

OCCIMIANO – (gpc) Si rinnova ogni anno la festa di Santa Cecilia, patrona dei musicisti. Così è stato domenica scorsa 23 novembre innanzitutto durante la S. Messa alle ore 10,00, durante la quale il prevosto ha ricordato il senso della festa di Cristo Re e la necessità di vivere nello stile di Gesù, accettando la sua signoria, nella vita quotidiana.
Si è ancora una volta verificato il felice connubio liturgico (esperienza quasi unica in Italia) nella proposta di accompagnamento musicale della liturgia con l’esecuzione di due formazioni musicali completamente diverse (un Coro liturgico ed una Banda musicale) che si sono efficacemente preparati (uno per la parte vocale, l’altro per quella strumentale) per animare congiuntamente la Celebrazione Eucaristica. Un sentito bravo va dunque ai musicisti della Banda musicale “La Filarmonica” (diretta dal m.o Paolo Meda, con il presidente Giuseppe Anarratone) ed ai coristi del Coro Parrocchiale (diretto dalla prof. sa Anna Maria Figazzolo).
Subito dopo la S. Messa la Banda (che vanta una tradizione centenaria) ha eseguito sul sagrato (in piazzetta Lanza), un piccolo concerto, come da tradizione, suonando alcuni brani famosi e marce.
E’ seguito il pranzo sociale della Banda presso il Ristornate del Moro, presente anche il Sindaco m. a Valeria Olivieri (con il consigliere Lucia Perracino), il prevosto, il vice comandante della stazione dei Carabinieri m. lo Carlo Mussio, dove i bandisti si sono esibiti con alcuni brani del loro repertorio, anche in una sarabanda musicale sin cui si sono sfidati nel riconoscere famosi brani bandistici
Ricordiamo poi alcuni prossimi appuntamenti del glorioso sodalizio che vanta più di 110 anni: a Casale (Oltreponte) il 5 dicembre, con la Banda di Santhià, il Concerto benefico per Mirko Vogliotti l’8 dicembre a Mirabello M., a Conzano e a S. Salvatore….
gpc

img_4207.JPG

img_4208.JPG

Eternit

Sabato 29 Novembre 2014

OCCIMIANO – (gpc) Erano in molti coloro che si sono ritrovati con semplicità in piazza Carlo Alberto alle 15,45 di sabato 22 novembre per manifestare il loro disappunto di fronte alla sentenza sull’amianto che sentono profondamente vergognosa
Anche le campane della Chiesa parrocchiale suonavano a morte. Il prevosto, poi, domenica 23 novembre, al termine della S. Messa ha manifestato la solidarietà della comunità cristiana, leggendo il comunicato diffuso da mons. Vescovo in cui esprime dolore, delusione, frustazione, indignazione.
C’era tutto il Consiglio comunale e quello dei ragazzi da poco costituito, con i giovani diciottenni della Leva e tanti cittadini
Il sindaco, m.a Valeria Olivieri, intervenendo brevemente ha affermato come il Comune di Occimiano voglia urlare il proprio disappunto per l’ingiustizia subita dalla Città di Casale e dai familiari delle vittime dell’amianto con un minuto di silenzio. Non si capisce come sia possibile che la giustizia non coincida con il diritto. Proprio in Italia, culla del diritto!!! Ha sottolineato poi l’importanza della presenza di tanti giovani che avranno il compito di portare avanti la lotta contro l’Eternit.
E’ toccato poi al neo presidente del Consiglio comunale dei ragazzi Filippo Vettoretto prendere la parola leggendo una comunicato stampa (del Coordinamento internazionale riunito a Casale il 21 novembre) in cui si esprime solidarietà alle vittime e ai familiari di Casale e del mondo, esprimendo “la più ferma indignazione e dissenso nei riguardi della vergognosa e ingiusta sentenza della Corte di Cassazione emessa il 19 novembre” che ha cancellato (per prescrizione) la condanna di Stephan Schmidheiny, amministratore delegato e co-proprietario della Eternit Italia.
“E’ una mostruosità e una vergogna quella di considerare come prescritto un reato che ha già provocato oltre 3000 vittime, e che nella sola Casale uccide una persona ogni settimana. Proprio oggi il disastro di SS ha mietuto l’ennesima vittima. Pertanto questa sentenza viola i principi fondamentali delle Convenzioni sui diritti umani: le garanzie di legge nei confronti dell’imputato non possono in alcun modo cancellare il diritto alla giustizia di migliaia di vittime. La responsabilità personale per un così grave crimine di impresa non può essere annullata per tecnicismi formali.”
gpc

dscn5039.JPG

Consiglio Ragazzi

Sabato 29 Novembre 2014

OCCIMIANO – (gpc) Si è rinnovato anche quest’anno, come da statuto (ha infatti scadenza annuale), il Consiglio dei bambini e dei ragazzi promosso dall’amministrazione comunale e che coinvolge i giovani studenti delle V primaria (Sarah Cavalli, Gabriele Ciuro, Valentina Cuppari, Martina Favretto, Agnesa Hasani, Artan Kadriji, Francesco Kalondero, Sara Malasi, Angelo Montaldi, Francesca Musso, Luca Nardiello, Enrico Ottone, Vittorio Rabagliati, Aurora Servidio, Adem Sullejmani, Veronica Vigliano) e III secondaria di primo grado (Francesco Acampora, Tommaso Bolognini. Alessandro Caprioglio, Alessia Cuppari, Lara Ferraris, Chahid Hajoubi, Marco Nardiello, Martina Ortolan, Leonita Osmani, Alberto Ottone, Filippo Vettoretto) volendo stimolare la partecipazione alla vita del comune ed il senso civico delle istituzioni.
Così nella riunione dello scorso 20 novembre si è formato l’ undicesimo consiglio con l’elezione di Filippo Vettoretto (presidente) e di Angelo Montaldi (vice presidente).
In precedenza questo ruolo era stato ricoperto da Letizia Babando e Davide Baldasso (2013-2014), Vittoria Deambrosis ed Elena Montaldi (2012-2013), Andrea Alliverti e Alberto Ottone (2011-2012), Paolo Berra e Luca Baldasso (2010- 2011), Silvia Bellomo e Matteo Barbano (2009-2010), Nicolò Pugno ed Andrea Alliverti (2008-2009), Davide Rabagliati e Paolo Berra (2007-2008), Mazzucco Gabriele e Mazzucco Celeste (2006-2007), Giulia Delodi e Pier Sandro Marchisio (2005-2006) ed Edoardo Mazzucco e Veronica Varzi (2004-2005).
Ai giovani consiglieri si affianca la dr.sa Giuditta Garavaello per coordinare il progetto (promossa dall’ISRAL di Alessandria) “Cresce cittadini”, per accompagnare i ragazzi in un percorso che li aiuti a maturare una capacità di accoglienza e che vede il CCR di Occimiano conni vicini CCR di Mirabello, Giarole e Conzano.
gpc

img_4147.JPG

img_4153.JPG

Consiglio Comunale

Sabato 29 Novembre 2014

OCCIMIANO – (gpc) Un breve e straordinario Consiglio comunale si è riunito lo scorso sabato 22 novembre, presieduto dal sindaco m.a Valeria Olivieri
E’ stata innanzitutto approvata la rinegoziazione di 13 mutui contratti negli ultimi anni 10 anni, allungando le relative scadenze, al 2034 per undici di questi e al 2039 per altri due, potendo così recuperare risorse da impiegare per investimenti e spese necessarie.
E’ stata poi istituita una commissione per la Casa di riposo; ne fanno parte, per la maggioranza Mario d’Amato (vice sindaco) e Lucia Perracino ed il capogruppo di minoranza Ilaria Debernardis.
Il consiglio comunale si è poi spostato in piazza per manifestare pubblicamente la propria solidarietà con le vittime dell’amianto (di fronte alla sentenza delle corte di Cassazione).
gpc

Albero

Sabato 29 Novembre 2014

OCCIMIANO (gpc) - Si sono dati appuntamento nel cortile della scuola materna lo scorso venerdì 21 novembre per celebrare la Festa dell’Albero, come avviene puntualmente ogni anno (la prima in Italia risale a fine Ottocento).
C’erano i giovani delle scuole del paese (scuola infanzia, scuola primaria, scuola secondaria I grado), il nuovo Consiglio Comunale dei Ragazzi e i bambini dei due asili nido familiari (Il pulcino nel nido ed Agriasilo) in un momento che vuole sensibilizzare sull’importanza degli alberi per la salvaguardia dell’ecosistema e, più in generale, sul rispetto dell’ambiente. Era inevitabile (da parte del sindaco m.a Valeria Olivieri) un richiamo alla sentenza della Corte di Cassazione sul processo Eternit che ha dichiarato prescritto il reato di disastro ambientale destando sbigottimento in tutta l’opinione pubblica.
Si è poi proceduto a piantare un albero di amarene da parte di due studenti di terza media (aiutati dai cantonieri comunali), mentre veniva intonato il canto “Siamo tutti alberelli” con le voci degli alunni dell’ultimo anno della materna e delle prime due classi delle elementari diretti dal m.o Umberto Pallanza. Al termine c’è stata la merenda per tutti offerta dal Comune.
gpc

img_4156.JPG

img_4166.JPG

Avvisi PARROCCHIA S.VALERIO OCCIMIANO

Mercoledì 19 Novembre 2014

******** DOMENICA 16 novembre 2014

* S. Messe in settimana
Lunedì 17 novembre: ore 18,00
Martedì 18 novembre: ore 18,00
Mercoledì 19 novembre: ore 18,00
Giovedì 20 novembre: ore 18,00
Venerdì 21 novembre: ore 18,00

* Giornata dialogo cristiano – islamico
Domenica 16 novembre
Casale M., Auditorium S. Chiara (via F. Cane), ore 18,15
Invito aperto a tutti con condivisione specialità gastronomiche (torte, spuntini, bevande…)

* Domenica 23 novembre:
Festa della musica – S. Cecilia (ore 10,00)

* Circolo don Giacomo Alberione
Inizia la campagna tesseramento (Adulti € 10, ragazzi € 8 per tutto l’anno)
prossimo teatro: “Dai che lo spettacolo ‘l stà per cmensà”: sabato 22 novembre (ore 21,00)

Telecomando

Mercoledì 19 Novembre 2014

TELECOMANDO
a cura di Gian Paolo Cassano

“Una maratona europea”; è quella promossa dalla Rai televisiva e radiofonica, con l’ impegno delle testate giornalistiche, talk show, contenitori di attualità, programmi culturali, di intrattenimento e social media, che vede, all’interno dei programmi, proposte le cosiddette “Scintille”, 20 filmati di circa due minuti l’uno: piccole storie, spunti di riflessione e interrogativi che investono alcuni tra più importanti temi del dibattito sull’Europa. Gran finale, domenica 23 novembre alle 21, su Rai1, con “Un Mondo Nuovo”, la fiction che ricostruisce la storia di quel gruppo di giovani relegati al confino dal regime fascista, che nel 1941 scrissero Il “Manifesto di Ventotene”, uno straordinario documento considerato una pietra miliare per la costruzione di un’Europa unita e in pace.
Tra i momenti clou della settimana, su Rai tre, sabato 22 novembre alle 21,30, la puntata di “Che fuori tempo che fa” dal titolo “Futura” in cui sarà proposto il Docufilm “La donna delle stelle – Missione futura” dedicato alla prima astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea, capitano Samantha Cristoforetti. L’astronauta Luca Parmitano, ambasciatore del Semestre italiano di Presidenza del Consiglio dell’Unione Europea, sarà ospite in studio.
Rai Storia, fino al 27 novembre, trasmetterà, alle 19:00 (tranne sabato e domenica), “Lezioni dall’Auditorium - L’invenzione dell’Europa”. “L’Europa si costruisce. È una grande speranza che si realizzerà soltanto se terrà conto della storia: un’Europa senza storia sarebbe orfana e miserabile.” Sono parole di Jacques Le Goff, il più grande storico europeo. Ci parlano di quale grande opportunità rappresenti l’Europa e cosa è necessario per costruire una comune civiltà e cultura europea.
Torna lo ZECCHINO D’ORO (è la 57ª edizione) su Rai1 dal 25 al 29 novembre, in diretta dall’Antoniano di Bologna, dalle 17 alle 18.45 (dal martedì al venerdì) e dalle 17.10 alle 20 il sabato con la finale. Una nuova scenografia, 14 nuovi solisti, i bambini del Piccolo Coro “Mariele Ventre” dell’Antoniano di Bologna diretto da Sabrina Simoni e la conduzione di Veronica Maya. Rai Yoyo, (il Canale tematico più seguito dai bambini italiani) manderà in onda lo Zecchino d’Oro, ogni giorno alle ore 20.
Gian Paolo Cassano