Homepage - Scrivi a Don Cassano - Scrivi alla Parrocchia di San Valerio

TELECOMANDO a cura di Gian Paolo Cassano

Fu celebre la trasmissione Tv “Non è mai troppo tardi”. Ora Ministero dell’Istruzione e Rai aprono in tv una nuova “aula”, dedicata agli iscritti ai Centri Provinciali per l’istruzione degli adulti (CPIA). Un progetto nato per non lasciare indietro nessuno. E’ “La Scuola in Tivù – Istruzione degli adulti”. La trasmissione andrà in onda su Rai Scuola (canale 146) dal lunedì al venerdì alle 11.00 e, in replica, alle 16.00 e alle 21.00. Un percorso didattico di 30 puntate organizzato su quattro assi culturali (dei linguaggi, matematico, storico-sociale e scientifico-tecnologico): 22 lezioni, una per ciascuna delle competenze previste dai percorsi di istruzione per gli adulti di primo livello, più altre 8 di approfondimento.
Nell’ambito della Campagna di sensibilizzazione “I Luoghi del Cuore” promossa dal FAI fino al 31 maggio la Rai assicura una serie di programmi, a sostegno di questa edizione speciale del 2020, attraverso la quale il FAI vuole dimostrare quanto qualsiasi cittadino, pur restando a casa, possa essere motore di cambiamento per il proprio territorio e per il patrimonio culturale nazionale. In particolare il settimanale della Tgr “Bell’Italia” nella puntata di sabato 30 maggio, su Rai3, propone l’intervista a Federica Armiraglio e clip con i testimonial Francesca Cavallin e Antonello Fassari. Anche Rainews24 garantisce un’estesa copertura delle giornate di sensibilizzazione, già a partire dal 25 maggio con l’intervista in diretta al Presidente del FAI, l’archeologo Andrea Carandini, con le clip dei testimonial e le immagini di alcuni dei più bei “luoghi del cuore”, beni del FAI come la splendida Abbazia di San Fruttosio a Camogli, sito benedettino dell’anno mille, il Castello della Manta e l’Abbazia di Cerrate.
Su Tv 2000 segnaliamo “IO ARLECCHINO” venerdì 29 maggio (alle 21,10) con la regia di Matteo Bini e con Giorgio Pasotti. Una favola moderna che racconta la storia di un padre e di un figlio, avvolta dalla magia del personaggio di Arlecchino e della tradizione della Commedia dell’Arte italiana che tutto il mondo ci riconosce.

I commenti sono disabilitati.