Homepage - Scrivi a Don Cassano - Scrivi alla Parrocchia di San Valerio

Poesia e musica

ALESSANDRIA – La poesia è musica. E’ quanto è emerso nell’incontro che si è tenuto sabato scorso 19 giugno, presso la Libreria Mondadori di via Trotti con il prof. Angelo Cassano alla cui base (che condensa alcuni aspetti evidenziati durante il corso per l’eccellenza che quest’anno il prof. Cassano ha tenuto presso l’Istituto Agrario “Luparia” di S. Martino di Rosignano, presso il quale insegna Lettere) si è posto la necessità di mettere in evidenza il valore “eufonico” della poesia.
Essa, deve, in tal senso, in primo luogo essere percepita nel piacere della sua sonorità, prima ancora che nel suo significato, che è comunque sempre oggetto di interpretazione.
Si è così evidenziato, almeno in parte, il significato di poesia, si è colto il ruolo del poeta, nel Novecento, (ad es. attraverso Pascoli, Corazzini, Gozzano…), si è fatto particolare riferimento ad Ungaretti ed al suo rapporto con Vinicius De Moraes, poeta brasiliano che si autodefinì “il bianco più nero del Brasile”, che “Ungà” (così lo chiamava Vinicius) tradusse e recitò lasciandone traccia su un disco (“La vita, amico, è l’arte dell’ incontro”) di singolare importanza nella storia della canzone (per la collaborazione con Endrigo)  e della nostra letteratura.
Ai rapporti tra la poesia e la musica, ai legami tra poesia e canzone, ad alcuni degli “esperimenti musicali” che hanno contrassegnato, in Italia, il connubio musica/poesia sono stati dedicati esempi, durante l’incontro.
Ci si è altresì occupati del problema della traduzione dei testi poetici, anche attraverso il confronto tra testo originale e traduzioni e si è meglio evidenziato l’aspetto musicale della poesia, accompagnandola, talvolta, con un opportuno “sottofondo”.
Ulteriore e prezioso contributo è venuto dal gruppo di musicisti Gian Carlo Fracasso (alle percussioni), Massimo Faletti (chitarre) Serafina Carpari (voce, nonché anch’essa docente al Luparia).
Musica e poesia sono stati uniti, attraverso esempi che hanno meglio permesso di cogliere le correlazioni tra suoni e silenzi (e sul silenzio si è letta un’ interessante considerazione, circa il suo valore, per coloro che sanno ascoltare) che tanto la poesia quanto la musica sanno offrire .
Gian Paolo Cassano

118.JPG  114.JPG

I commenti sono disabilitati.