Homepage - Scrivi a Don Cassano - Scrivi alla Parrocchia di San Valerio

Archivio della Categoria 'Occimiano'

Avvisi della Parrocchia S. Valerio Occimiano

Martedì 10 Settembre 2019

PARROCCHIA S. VALERIO
OCCIMIANO
********
DOMENICA 8 settembre 2019

* S. Messe nella settimana: (Chiesa Madonna del Rosario)
• Lunedì 9 settembre: ore 8,30
• Martedì 10 settembre: ore 18,00
• Mercoledì 11 settembre: ore 18,00
• Giovedì 12 settembre: ore 16,00 (Grotta Lourdes, Casa di riposo)
• Venerdì 13 settembre: ore 18,00

* E’ a disposizione il Quaderno di S. Valerio
• “Cronaca di Occimiano del 2018”
• lascio al vostro buon cuore di dare una piccola offerta per le spese di stampa.

* Giovedì 12 settembre:
• S. Messa ed Unzione degli infermi comunitaria
• Grotta Lourdes, Casa di riposo, ore 16,00

* Settembre: Mese per la custodia del creato
• Tutto settembre dedicato all’impegno per la custodia del creato

TELECOMANDO a cura di Gian Paolo Cassano

Martedì 10 Settembre 2019

L’Italia è uno scrigno aperto. BORGHI D’ITALIA” (Tv 2000, sabato alle 14,25 e domenica, alle 6,20 e alle 14,25) ci propone un itinerario settimanale di mezz’ora nella storia, nell’arte e nelle tradizioni del Bel Paese. In ogni puntata sono protagonisti il borgo, le parole vive della gente, il dialetto, la chiesa, il comune, il volontariato, la natura, i sapori, insomma l’autenticità dei piccoli borghi italiani.
Un viaggio sul territorio con lo sguardo rivolto alle persone, all’ambiente e al folklore. Sabato 14 settembre ci presenta Ventotene e la sua isola e domenica 15 settembre ci porta a Badia Polesine (RO). Borghi d’Italia, giunto alla decima serie, nasce con questa ambizione: presentare al telespettatore “la verità” dei nostri paesaggi, depositari di una storia millenaria intrisa di cultura e spiritualità. Da questa stagione, periodicamente, in evidenza anche i capoluoghi italiani. Il motto è sempre lo stesso: “I borghi d’Italia vanno guardati non solo con gli occhi, ma anche con il cuore”. Da giugno 2018 Borghi d’Italia, con apposito doppiaggio, è in onda in Cina.
Nella stessa scia si inserisce “ITALIA: VIAGGIO NELLA BELLEZZA. Sulle tracce del patrimonio Mondiale,”, programma di Eugenio Farioli Vecchioli, scritto con Davide Savelli Un appuntamento quasi quotidianano proposto da Rai Storia, come ad esempio giovedì 12 settembre (ore 18), in un viaggio attraverso meravigliose cattedrali del Medioevo italiano, patrimoni mondiali UNESCO: la Basilica di Aquileia, il Duomo di Pisa, il Duomo di Modena e la Cattedrale di Monreale.

NESSUNO NE PARLA (O QUASI) news quasi sconosciute a cura di Gian Paolo Cassano

Martedì 10 Settembre 2019

Prosegue la lotta dell’associazione Meter onlus contro la pedopornografia, fondata e presieduta da don Fortunato di Noto. In un comunicato (ripreso da Vatican news) l’associazione, che anima uno dei più autorevoli e attivi osservatori del mondo sul fenomeno della pedofilia on line, ha reso noto di aver segnalato 205 portali pedopornografici alla Polizia Postale Italiana e ad alcuni responsabili amministratori dei server provider. Si tratta di centinaia di migliaia di file proposti ed esposti in vendita per i pedofili di tutto il mondo (circa 680 mila foto sono state segnalate in un solo portale). “È evidente che non possiamo pubblicizzare tale materiale e non lo faremo nel rispetto delle leggi in vigore – si legge nella nota diffusa da Meter - ma è inquietante, assurdo, violento al limite della stessa violenza umana: oltre l’indicibile”. Solo in alcuni e sparuti casi c’è la collaborazione di alcuni server provider che rimuovono il contenuto e formalmente dichiarano di essere disponibili alla collaborazione con le Autorità del Paese dove è allocato il materiale pedopornografico. “Ciò conferma - conclude il comunicato - che a livello internazionale manca una vera e propria strategia chiara e trasparente di responsabilità e collaborazione nel contrastare il fenomeno che nel frattempo ha raggiunto livelli ben strutturati e criminali”.
Meter collabora con le forze dell’ordine di decine di Paesi del mondo e ogni anno pubblica il Rapporto sulla pedofilia e pedopornografia. Nell’ultima indagine, riferita al 2018, si registra un aumento del numero di foto e video scambiati sul web e una diminuzione delle pagine web segnalate. L’associazzione è impegnata da 30 anni nel contrasto agli abusi sessuali sui minori, contro la pedofilia e la pedopornografia.

“AIDO è salute”.

Martedì 10 Settembre 2019

OCCIMIANO – (gpc) “AIDO è salute”. E’ questo il tema dell’incontro informativo, aperto a tutta la popolazione che si terrà giovedì prossimo 12 settembre, alle ore 21,00 presso il Punto informativo (info point) in piazza Oratorio don Bosco.
Nel corso della serata interverranno Graziella Villata (presidente del Gruppo Aido di Casale Monferrato) su “ruolo di AIDO ed attività del Gruppo di Casale Monferrato per sensibilizzare alla donazione degli organi”, la dott.sa Alessandra Crova su “percorsi di salute per ritrovare il benessere” e la dott.sa Anna Pellerino su “donazione, prelievo e trapianto: interrogativi e risposte.”
La conferenza è inserita nel progetto “Inizio da me” della sezione provinciale di Alessandria di AIDO. Ricordiamo che il prossimo 28 e 29 settembre ci sarà la XVIII Giornata nazionale di informazione e di autofinanziamento dell’AIDO. In tale occasione i volontari dell’A.I.D.O. saranno presenti in oltre 1.400 piazze per incontrare i cittadini, dare loro informazioni sull’importanza della donazione come valore sociale e come opportunità per salvare la vita a chi non ha altre possibilità di sopravvivenza, offrire una piantina di Anthurium andreanum. Le offerte ricevute saranno finalizzate a ulteriori campagne informative e alla ricerca sui trapianti.
gpc

logo-aido.jpg

“Il Vivaldi di Occimiano” .

Martedì 10 Settembre 2019

OCCIMIANO – (gpc) Anche quest’anno la Settimana Vivaldiana nazionale ha fatto tappa ad Occimiano sabato scorso 6 settembre, in una bella serata di cultura e di musica presso la speldida chiesa della Madonna del Rosario Il motivo dell’evento è dettato anche dalla presenza nella Villa dei Marchesi per molto tempo di una cospicua parte (circa il 50%) dei manoscritti vivaldiani. La loro vicenda fino alla riscoperta attuale è stata descritta ampiamente nel volume “Il Vivaldi di Occimiano” (edito da Musicorner di Mortara) che racconta la vicenda (ricostruita dal m.o Roberto Allegro e dalla dott. Vittoria Aicardi) dei manoscritti vivaldiani che proprio a Occimiano alla fine dell’800, di proprietà dei conti Durazzo, approdarono nella Biblioteca delle Villa dei Marchesi. Dopo una serie di eventi fortuiti, i manoscritti furono riuniti e dal 1930 si trovano alla Biblioteca nazionale di Torino, nel cosiddetto Fondo Foà-Giordano.
La Settimana Vivaldiana Nazionale è una manifestazione culturale di rilevanza internazionale che prevede appuntamenti in Italia e in Europa. Obiettivo principale della manifestazione è la valorizzazione del patrimonio artistico-musicale legato alla figura del celebre musicista Antonio Vivaldi sia attraverso la realizzazione di lavori di ricerca musicale e musicologica sia mediante l’organizzazione di concerti e di eventi culturali. Tutti gli eventi artistici, in quanto inseriti quali eventi di gala nella Settimana Vivaldiana Nazionale 2019, hanno il Patrocinio del Consulat général de France à Milan, dell’Ambasciata e Consolato d’Olanda, del Pontificio Istituto Ambrosiano di Musica Sacra di Milano e del Pontificio Consiglio per la Cultura.
A portare i saluti dell’amministrazione comunale è stato il sindaco m.a Valeria Olivieri che ha ricordato il legame con Occimiano, ringraziando anche per il sostegno la Fondazione “Ernesto e Carla Rota” e la Pro Loco (con i dolci della Bottega del centro, offerti al termine sotto i portici di palazzo Cattana).
E’ stata l’occasione per presentare il nuovo volume che è stato illustrato nei suoi tratti salienti dal m.o Roberto Allegro che l’ha curato (insieme alla dott.sa Vittoria Aicardi) “Tu es sacerdos in aeternum! Antonio Vivaldi e la musica vocale sacra a Venezia tra il XVII e il XVIII secolo”.
Prjma di lui è toccato a don Gian Paolo Cassano (parroco di Occimiano e docente di Storia della Chiesa) inquadrare la figura sacerdotale di Antonio Vivaldi (era soprannominato “il prete rosso” per il colore dei suoi capelli) nella prospettiva del “buon prete tridentino” che si caratterizza per la cura delle anime così come emerge dal Concilio di Trento ed è incarnata da straordinarie figure di santità sacerdotale, come san Carlo Borromeo e san Francesco di Sales.
E’ seguito il Concerto di Gala (“Antonio Vivaldi. L’Estro Armonico op. III & Sinfonie dai Drammi per Musica”) con l’Orchestra da Camera Italiana “Antonio Vivaldi” diretta dal m.o Roberto Allegro (al cembalo), con Ludovico Allegro (al flauto), Federico Allegro (Oboe), Lucia Allegro, Michele Redaelli, Linda Przybiernow, Francesca Michelis (violino), Francesco Candia (viola), Giacomo Biagi (violoncello), Davide Deambrogi (contrabbasso).
Il pubblico ha potuto apprezzare l’abilità dei musicisti, che hanno proposto diverse musiche di Vivaldi, con preziosi virtuosismi, con brani tratti dagli spartiti del “Vivaldi di Occimiano”, quali le due sinfonie, “L’Armida al campo d’Egitto” con la quale è iniziato il concerto e “Dorilla in Tempe” a conclusione.
Oltre a queste sono state eseguite il Concerto in sol min. op. III n°2 per 2 Violini, Archi e Cembalo
(Adagio e spiccato-Allegro-Larghetto-Allegro), il Concerto in Sol magg. op. III n°3 per Violino, Archi e Cembalo ( Allegro-Largo-Allegro), il Concerto in re min. op. III n°11 per 2 Violini, Violoncello, Archi e Cembalo (Allegro-Adagio e spiccato-Allegro-Largo e spiccato-Allegro), il Concerto in la min. op. III n°6 per Violino, Archi e Cembalo (Allegro-Largo-Presto), Concerto in la min. op. III n°8 per 2 Violini, Archi e Cembalo (Allegro-Larghetto e spiccato-Allegro), il Concerto in Re magg. op.III n°9 per Violino, Archi e Cembalo (Allegro-Larghetto-Allegro) e il Concerto in mi min. op. III n°4 per 4 Violini, Archi e Cembalo (Andante-Allegro assai-Largo-Allegro).
gpc

concerto-vivaldi.jpg

“Tu es sacerdos in aeternum! Antonio Vivaldi.

Martedì 10 Settembre 2019

OCCIMIANO - “Tu es sacerdos in aeternum! Antonio Vivaldi e la musica vocale sacra a Venezia tra il XVII e il XVIII secolo”. Questo è il libro che è stato presentato sabato scorso, 7 settembre ad Occimiano dove gli autori, il maestro Roberto Allegro e la dott.sa Vittoria Aicardi hanno ripercorso l’opera del grande musicista del Settecento soprattutto nel rapporto a Venezia e all’attività musicale del “prete rosso”. Emerge il ritratto di un presbitero singolare che privilegia l’attività musicale ed artistica su quella pastorale. Don Antonio Lucio Vivaldi, infatti, dopo l’ordinazione (23 marzo 1703) non celebrerà molte volte la S. Messa (a causa del male di petto o strettezza di petto in cui parla in alcune sue lettere) ma prediligerà l’attività artistica ed il servizio alla Pietà, in uno dei più noti orfanotrofi veneziani. Gli autori hanno condotto un’opera particolarmente pregevole, ricca di ricerche d’archivio (all’Archivio patriarcale di Venezia…) per ricostruire una cronologia vivaldiana e particolarmente gli aspetti legati alla sua vita sacerdotale, finora poco studiati. Davvero pregevole il lavoro degli autori, sia di Roberto Allegro, pianista, clavicembalista, che ha al suo attivo oltre 4.000 concerti in Italia Europa ed America ed è il promotore ed organizzatore della Settimana Vivaldiana con cadenza annuale, sia di Vittoria Aicardi, pianista, clavicembalista, direttrice di coro, che condivide l’impegno e l’organizzazione della settimana vivaldiana come direttore artistico. Entrambi sono autori dei due precedenti volumi, il “Vivaldi di Occimiano” legato alla vicenda dei manoscritti vivaldiani passati per la biblioteca dei Marchesi Da Passano in paese e quello dedicato all’epistolario vivaldiano. Nel libro presentato arricchito di numerose illustrazioni si fornisce una quantità di informazioni, di notizie, sempre ampiamente documentate che permettono di ricostruire la figura di Vivaldi soprattutto come compositore di musica sacra e in tanti aspetti poco conosciuti. Il libro è disponibile presso l’Editrice Musicorner di Mortara (PV).
Gian Paolo Cassano

libro-vivaldi.jpg
presentazione-libro-vivaldidoc.jpg

Avvisi della Parrocchia S. Valerio Occimiano

Domenica 1 Settembre 2019

PARROCCHIA S. VALERIO
OCCIMIANO
********
DOMENICA 1 settembre 2019

* S. Messe nella settimana: (Chiesa Madonna del Rosario)
• Lunedì 2 settembre: ore 8,15
• Martedì 3 settembre: ore 8,30
• Mercoledì 4 settembre: ore 8,30
• Giovedì 5 settembre: ore 8,30
• Venerdì 6 settembre: ore 8,30

* E’ a disposizione il Quaderno di S. Valerio
• “Cronaca di Occimiano del 2018”
• lascio al vostro buon cuore di dare una piccola offerta per le spese di stampa.

* Sabato 7 settembre:
• Presentazione del libro “Tu es Sacerdos in Aeternum! Antonio Vivaldi e la musica vocale sacra a Venezia tra XVII e XVIII secolo” (ore 20,30)
• Concerto vivaldiano con l’Orchestra da Camera Italiana “Antonio Vivaldi” (Chiesa della Madonna Rosario, ore 21,15)

* Giovedì 12 settembre:
• S. Messa ed Unzione degli infermi comunitaria
• Grotta Lourdes, Casa di riposo, ore 16,00

* Domenica 1 settembre: Giornata per la custodia del creato
• Tutto settembre dedicato all’impegno per la custodia del creato

TELECOMANDO a cura di Gian Paolo Cassano

Domenica 1 Settembre 2019

ROMA ORE 11 (Rai Storia, sabato 7 settembre, ore 21,10). E’ il film del 1952 (per la regia di Giuseppe De Santis, con Carla Del Poggio, Lucia Bosé e Raf Vallone) ambientato nella Roma, inizio anni 50. Pur di trovare un’occupazione qualsiasi, decine di donne, soprattutto giovani, si affollano sulle scale di una palazzina per rispondere ad un annuncio economico che offre un posto di dattilografa. L’attesa è lunga, la calca è tanta, la tragedia dietro l’angolo.
Come sempre, in occasione del Viaggio del Papa in Africa (Mozambico, Madagascar e Mauritius) Tv 2000 da mercoledì 4 settembre a martedì 10 settembre assicurerà un’ampia copertura, con collegamenti in diretta e servizi. In particolare “Il Diario di Papa Francesco” con le dirette quotidiane studierà ogni tematica relativa al viaggio del Pontefice con ospiti in studio, approfondimenti e collegamenti con la vaticanista Cristiana Caricato e gli inviati di TG 2000.
A partire dal 20 settembre Tv 2000 propone (in seconda serata) una nuova serie del doc- film MAESTRI” (di Andrea Salvadore) con un viaggio in sei puntate che racconta i maestri delle scuole primarie, figure fondamentali a cui affidiamo i nostri figli e nipoti.

NESSUNO NE PARLA (O QUASI) news quasi sconosciute a cura di Gian Paolo Cassano

Domenica 1 Settembre 2019

Una vera e propria repressione del cristianesimo è in atto in Eritrea, che si trova alla posizione numero 7 della World Watch List 2019, il rapporto annuale di Porte Aperte/Open Doors sui 50 Paesi in cui è più difficile vivere come cristiani. Dopo la serie di fermi avvenuti a maggio, infatti, una nuova ondata di arresti è stata registrata a partire dal mese di giugno ad Asmara, capitale del Paese, e a Keren, città a 90 km a nord-ovest dalla capitale. Fonti locali riportano che almeno 150 persone siano state incarcerate e che i cristiani di Keren siano tenuti prigionieri in tunnel sotterranei nei pressi di un’area desertica della città.
L’ultimo episodio (come riferisce il sito dell’osservatorio cristiano Wolrd Watch Monitor) risale al 18 agosto, quando sono stati arrestati 80 cristiani da Godayef, un’area vicino all’aeroporto della capitale, Asmara. Il 16 agosto, sei cristiani, dipendenti pubblici del governo sono stati arrestati e portati davanti a un tribunale ad Asmara. Il giudice ha intimato ai sei fedeli di rinunciare al cristianesimo e davanti al loro rifiuto si è riservato di prendere eventuali future decisioni. Il primo episodio è avvenuto il 23 giugno scorso, quando 70 cristiani (35 donne, 25 uomini e 10 bambini) della Faith Mission Church of Christ, l’ultima chiesa rimasta aperta a Keren, sono stati arrestati e rinchiusi nella dura prigione di Ashufera, situata vicino alla città di Hagaz, a circa 25 Km da Keren. Chiunque voglia visitare i prigionieri deve camminare circa 30 minuti per raggiungerne l’ingresso e i detenuti, quando gli ufficiali necessitano di maggiore spazio per stipare i prigionieri, sono costretti a scavare nuovi tunnel sotterranei. Il governo ha inoltre esercitato pressioni su 6 cristiani detenuti, affinché rinnegassero la propria fede. Portati in quello che è stato definito come “un tribunale informale all’interno del centro di comando militare di Asmara” e di fronte alla forzatura a rinnegare la propria fede, i 6 cristiani hanno coraggiosamente comunicato alla Corte che “non intendiamo negoziare la nostra fede e continueremo a seguire Gesù”.
“Il governo – ha dichiarato a Vatican News il sacerdote eritreo don Mussie Zerai, presidente dell’agenzia Abeshia - tollera le religioni che ha trovato già radicate nel Paese; le nuove religioni di minoranza (nel caso degli arresti riguardanti i gruppi pentecostali, battisti) sono dichiarate illegali nel Paese già dal 2001”. Il sacerdote parla anche della confisca degli ospedali cattolici, con il timore che la confisca passi anche alle scuole cattoliche: “tra giugno e luglio sono state chiuse in totale 29 strutture tra ospedali, cliniche e presidi medici, gestiti dalla chiesa cattolica rifacendosi a questa legge. Non solo ha fatto chiudere queste strutture ma ne ha confiscato fisicamente la proprietà. (…) Sarà un danno enorme soprattutto per la popolazione, perché sia le cliniche che le scuole si trovavano anche in zone sperdute, rurali, dove non c’è nessun’altra presenza tranne quella della Chiesa cattolica”.

Pulizia Casa di Riposo San Camillo

Domenica 1 Settembre 2019

Il bel parco della Casa di Riposo San Camillo è diventato ancora più accogliente grazie al prezioso contributo di volontariato di alcuni Occimianesi che nei giorni scorsi si sono prodigati per un’operazione di pulizia che ha reso la struttura ancora più accogliente per gli ospiti e per la Cittadinanza.
I volontari con grande impegno hanno ripulito l’area e sistemato le piante che popolano il parco.
Un apprezzato iniziale intervento era stato quello dei giovani di Estate Ragazzi che durante il mese di luglio si erano recati presso la Casa di Riposo per mettersi al servizio della Comunità e dedicare una mattinata alla pulizia del parco.
Tutto questo ora si è concretizzato grazie all’impegno dei volontari Pier Luigi Aceto, Giuseppe Bolognesi, Giacomo Ciappola, Fabrizio Lupano e Francesco Perracino; il tutto è stato coordinato dal Consigliere Valerio Casalone con il Consigliere Bekim Djelili e il dipendente comunale Roberto Lupano.

pulizia-casa-riposo.jpg